Gran Premio della Repubblica Ceca della MotoGP è stato dominato da Marc Marquez che ha vinto una gara da dominatore assoluto, primo dall'inizio alla fine in sella alla sua Honda. Seconda posizione per Andrea Dovizioso e Jack Miller con le rispettive Ducati.

Gran Premio della Repubblica Ceca di MotoGP dominato da Marc Marquez, che ha vinto una gara mai messa in discussione, primo dall’inizio alla fine in sella alla sua Honda. Seconda posizione per Andrea Dovizioso e terza per Jack Miller, entrambi su Ducati.

La decima gara della stagione 2019 della MotoGP ha visto il dominio assoluto di MM93. Dopo la pole sotto il bagnato con le gomme da asciutto, da alieno, in gara ha fatto vedere tutta la sua… natura extra-terrestre, nonostante la partenza ritardata di 35 minuti per via della pioggia sul rettilineo dei box che avrebbe potuto innervosirlo. La pioggia sul circuito di Brno, infatti, è stata l’unica sorpresa del weekend. Tra la gara di Moto2 e la partenza della MotoGP è scesa un po’ di pioggia che ha bagnato il rettilineo dei box e che ha determinato la partenza ritardata per mantenere un livello di sicurezza accettabile per tutti i piloti.

Marc Marquez ha gestito la gara in maniera perfetta. Scattato dalla pole, ha mantenuto la testa della gara per tutti i 20 giri, tre in meno del previsto a causa della pioggia. L’unico momento di incomprensione tra Marc e la sua Honda HRC è stato al giro numero 11, quando la moto gli ha dato un piccolo segnale di abbassare il ritmo. La gomma anteriore non riusciva a sostenere il ritmo e MM93 ha perso la pedana per un secondo, ma senza conseguenze. Subito dopo è andato addirittura Alberto Puig ad affacciarsi dal muretto per indicarli di non forzare troppo. Marc ha capito la situazione e da lì ha gestito il ritmo, mettendo dell’altro margine tra se e Dovizioso.

A fine gara Marc Marquez ha così commentato la sua gara: “Ero molto concentrato dall’inizio perché c’erano delle parti bagnate in curva 1. Avevo la Ducati dietro, perché era veloce sin dal warm up con Dovizioso. Ho cercato di spingere. Poi all’undicesimo giro il team mi ha dato un avvertimento e sono stato più cauto. Grande lavoro durante questo weekend.”

La capacità di adattarsi di Marquez è il suo punto di forza, oltre ad essere un fenomeno assoluto. Uno di quelli che nascono almeno ogni 20 anni. Il fuori classe di Cervera, con la vittoria a Brno, ha raggiunto le 50 vittorie nella massima serie, unendosi ad un club ristretto composto da Giacomo Agostini, Valentino Rossi e Michael Doohan. MM93 ha dimostrato di sapersi adattare come nessuno il sabato durante le qualifiche, rischiando prima di tutti le gomme slick mentre all’ultima curva c’era tanta acqua, ed ancora di più ha saputo scegliere le gomme giuste per la gara. Lo spagnolo ha optato per una dura all’anteriore ed una soft al posteriore: questa scelta gli ha permesso di poter gestire il suo passo, ovviamente con una maestria unica nei primi giri con pista ancora umida e fredda.

Marc Marquez sta dominando il campionato, chiudendo qualsiasi discussione. In dieci gare ha conquistato 6 vittorie, 3 secondi posti ed uno zero. Al momento nessuno sembra poterlo impensierire nella conquista del suo ottavo mondiale, il sesto nella classe regina, ad appena 26 anni. Semplicemente… un alieno!

Fabrizio Crescenzi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.