Amici di LiveGP.it appassionati di Motociclismo e di MotoGP in particolare, ben ritrovati per la rubrica “le Pagelle dei Protagonisti – MotoGP”, questa volta incentrate sul GP di Aragon vinto da Marc Marquez davanti ad Andrea Dovizioso, che ha preceduto Jack Miller. Ecco dunque i voti ai protagonisti che hanno animato la gara.




Marc Marquez 10 e lode. È lo stesso voto di sette giorni fa. A Misano ha vinto resistendo fino all’ultimo alle spalle di Fabio Quartararo, per poi passarlo nel finale. Ad Aragon ha deciso di mettere le cose in chiaro fin dalle FP1: tempo da qualifica nel primo turno di libere e tutti staccati di oltre un secondo e mezzo. In qualifica non deve nemmeno replicare il tempo delle FP1 per conquistare la pole ed in gara scappa conducendo la gara dal primo all’ultimo metro. Una gara condotta in solitudine così come la classifica iridata, in cui oggi sfiora i 100 punti di vantaggio. EREMITA

Andrea Dovizioso 9. Un sabato da dimenticare, undicesima posizione in qualifica che obbliga il Dovi ad una rimonta nella prima parte di gara. Riesce a liberarsi da prima di Espargaro, poi Valentino e Fabio Quartararo. Negli ultimi giri arriva a ridosso di Jack Miller e Maverick Vinales, che riesce a superare a tre tornate al traguardo. SCALATORE

Jack Miller 8,5. Scatta dalla prima fila e si mette subito a caccia di Marc Marquez, riesce a tenere lo spagnolo a poca distanza per sette giri prima di venire superato da Maverick Vinales. Nel finale subisce l’attacco di Dovizioso ma non si arrende e supera Vinales all’ultimo giro agguantando il podio. L’australiano in questa stagione alterna podi e gare opache in una stagione ricca di alti e bassi. CANGURO

Maverick Vinales 7. Finalmente una gara concreta fin dall’inizio per lo spagnolo del team Yamaha. Perde terreno solo nel finale battuto dal motore delle due Desmosedici GP19 di Dovizioso e Miller. La sua condotta di gara è stata ottima, ha provato a resistere agli attacchi dei piloti Ducati, ma si è dovuto arrendere alla loro velocità nel lungo rettilineo. MOTORE CERCASI

Fabio Quartararo 6,5. Il francese era quello con il passo accreditato più vicino se così si può dire a Marc Marquez, ma in gara sotto il sole del deserto d’Aragona si è sciolto presto chiudendo la gara al quinto posto. GHIACCIOLO

Cal Crutchlow 6,5. A Cal Crutchlow la Honda RC 213V 2019 non piace e continua a ripeterlo ad ogni occasione. Questa volta però riesce a restare nel gruppo che combatte per la sesta posizione battendo nel finale in volata Aleix Espargaro, che proprio ad Aragon aveva conquistato il secondo posto nel 2014 danni dell’inglese. RIVINCITA

Aleix Espargaro 6. Lo spagnolo di casa Aprilia ad Aragon è sempre stato molto veloce, qui il suo unico podio in MotoGP. Negli ultimi due anni con la Aprilia aveva chiuso sempre al sesto posto, quest’anno deve accontentarsi della settima, ma è comunque un buon risultato vista la stagione priva di risultati. LUCE

Valentino Rossi 5. Il “Dottore” è l’unico dei piloti Yamaha a correre con il nuovo scarico ed il forcellone in carbonio (Vinales li ha ma ha deciso di non usarli, ndr), però resta l’ultimo dei piloti Yamaha al traguardo, incassando anche ad Aragon diciotto secondi dal compagno di box e addirittura quindici dal rookie Quartararo. Uno smarrimento quello del pilota di Tavullia che inizia a preoccupare e che ora lo vede alla spalle del compagno in classifica iridata con solo quattordici punti in più di Quartararo. NOTTE FONDA

Il mondiale tornerà in pista tra quindici giorni in Thailandia al Chang International Circuit, dove lo scorso anno vinse Marc Marquez in volata su Andrea Dovizioso e Maverick Vinales. In caso di vittoria anche in questa edizione Marc Marquez si laureerà campione del mondo per l’ottava volta a soli 26 anni.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.