Si sono svolti a Valencia i tre giorni di test per i piloti che disputeranno la prossima Coppa del Mondo MotoE. I riders hanno avuto modo di riprendere confidenza con le moto e di simulare un weekend di gara. Niki Tuuli ha concluso al comando nella classifica dei tempi mentre la simulazione di gara è stata vinta da Eric Granado.




Dopo l’incendio che aveva completamente distrutto moto e materiale tecnico a Jerez, i piloti hanno avuto modo di tornare in sella alle loro Energica. Tre giorni di test con due sessioni per giorno e nella giornata conclusiva una simulazione di gran premio. Nella simulazione della qualifica di martedì, Héctor Garzo ha conquistato la pole davanti ad Eric Granado e Niki Tuuli. Il format della qualifica è una novità per il motomondiale, ma non è nuovo per gli appassionati di SBK. I piloti hanno infatti a disposizione tre giri: il primo di lancio, il secondo per far registrare il loro tempo ed il terzo per rientrare ai box. Questo format, nonostante agli appassionati piaccia, ha lasciato qualche pilota dubbioso.

Ieri mattina, infine, è andata in scena la prima simulazione di gara con in palio una Energica Eva Stradale. La gara, nonostante si sia svolta nel completo silenzio, è stata avvincente con Eric Granado ed Hector Garzo a darsi battaglia. Dietro di loro, attardato dopo un contatto con Granado, Niki Tuuli: il pilota finlandese si è però consolato siglando il miglior tempo dei test nella sessione pomeridiana. Il pilota del team Ajo MotoE ha fermato il cronometro in 1’40”127, un tempo simile a quello che impiegano le Moto3. L’obiettivo di Energica e Dorna è però far scendere il cronometro fino ai tempi della Moto2.

Dietro a Niki Tuuli nella classifica dei tempi troviamo il nostro Mattia Casadei con la moto del Team SIC58 Squadra Corse, lontano quattro decimi da Tuuli. Terza posizione per Hector Garzo che incassa mezzo secondo dalla vetta e precede Eric Granado, Mike Di Meglio e Xavier Simeon. Dalla settima posizione occupata da Matteo Ferrari i distacchi iniziano ad essere superiori al secondo. Il vicecampione italiano SBK 2018 ha preceduto Alex DeAngelis, Lorenzo Savadori e Niccolò Canepa che ha chiuso la top10. Nell’ultima sessione a disposizione non erano presenti Bradley Smith, impiegato a Barcellona con una sessione di test privati Aprilia e Randy DePuniet, autore di due high side che lo hanno costretto a dare forfait.

Ora i piloti dovranno solo aspettare il weekend del 5-7 luglio, quando al Sachsenring andrà in scena il primo round della Coppa del Mondo MotoE.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.