Credits SnipersRacing | Andrea Migno in pole
Credits SnipersRacing | Andrea Migno in pole

È Andrea Migno (Rivacold Snipers Team) a firmare la pole del Red Bull Grand Prix of The Americas in 2:15.814s. L’italiano della Honda ha infuocato il finale della Q2 con l’amico e rivale Dennis Foggia (Leopard Racing), entrambi velocissimi e con un ottimo passo. Il pilota Leopard è costretto ad accontentarsi della seconda piazza, ma a lui rimane il ruolo di pilota più veloce ad Austin con il crono segnato nelle FP3.

Due italiani superano la Q1 

Sono Stefano Nepa (Angeluss MTA Team) ed Elia Bartolini (QJMotor Avintia Racing Team) gli italiani promossi in Q2 a contendersi una piazza tra le prime file della classe. Il più veloce del turno è stato Xavier Artigas (CFMoto Racing Prüstel GP) che era rimasto un po’ in sordina fino a questo momento ed un Scott Ogden (VisionTrack Racing Team) al suo debutto di categoria.

In Q2 è sfida tra Migno e Foggia 

Sono Andrea Migno (Rivacold Snipers Team) e Dennis Foggia (Leopard Racing) ad incendiare il finale di qualifica ad Austin. I due italiani si sono sfidati la pole fino all’ultimo secondo a suon di caschi rossi con Foggia costretto a cedere la prima piazza in griglia di partenza a Migno. L’italiano del Rivacold con questo risultato agguanta la sua quarta pole della carriera.  A Dennis rimane però il ruolo di più veloce con il crono conquistato nelle FP3 di 2:15.440s a dispetto della pole di Migno in 2:15.814.

A chiudere la prima fila Xavier Artigas (CFMoto Racing Prüstel GP) direttamente dalla Q1. Lo spagnolo di PruestelGP sembra aver ritrovato forma e velocità nel pomeriggio del Texas. A seguire 5 KTM con tanta voglia di rivalsa capitanati da Deniz Oncu (Red Bull KTM Tech3) e Jaume Masia (Red Bull KTM Ajo). Bene Stefano Nepa (Angeluss MTA Team) con l’11esimo crono e fiducioso per la manche di domani, 13° Elia Bartolini (QJMotor Avintia Racing Team) e più staccato e lento Riccardo Rossi (SIC58 Squadra Corse).

Credits @motogp.com | Andrea Migno il più veloce del GP delle Americhe
Credits @motogp.com | Andrea Migno il più veloce del GP delle Americhe

Assente Surra per Highside in FP3 

Grande spavento per Alberto Surra (Rivacold Snipers Team) nelle ultime libere del Red Bull Grand Prix of The Americas propedeutiche alle qualifiche. A causa di un contatto con Ivan Ortola (Angeluss MTA Team), l’italiano è rovinato a terra e soccorso immediatamente per essere portato al centro medico. È stato successivamente dichiarato ‘un-fit’ per la frattura dello scafoide della mano destra. Sarà operato mercoledì ed è sarà presente regolarmente alla prossima gara.

Segui con LiveGP.it il GP delle Americhe e rimani sempre aggiornato ovunque sei.

Benedetta Bincoletto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.