Romano Fenati ha vinto la terza tappa del Mondiale Moto3 svoltasi ad Austin, dopo una bella rimonta sullo spagnolo Jorge Navarro che aveva cercato inizialmente di scappare. Il pilota ascolano non ha mollato e dopo una serie di giri veloci si è preso la testa della corsa senza lasciarla più: "La gara è andata benissimo, all'inizio ho cercato di non stare nel gruppo per non essere ostacolato. Non pensavo di poter riprendere Navarro ma sono stato costante e ho approfittando di un suo piccolo errore. Sono felice, l'esperienza acquisita negli anni scorsi mi sta aiutando" le parole di Fenati dopo il podio.

                                                                                             

Bellissima la rimonta di Niccolò Antonelli che dalla 30esima posizione si era portato in settima, ma la caduta a due giri dal termine gli ha tolto la speranza di poter portare a casa punti importanti. Brad Binder ha chiuso terzo, riuscendo così a mantenere la leadership del Campionato.

La gara di Moto3 è partita con 15 minuti di ritardo a causa di una traccia di olio sulla pista, lasciata dalle SuperSport ieri pomeriggio: per i giovani piloti i giri da disputare sono rimasti i 18 in programma, ma il processo di avvicinamento alla corsa è stato più concitato del solito. Fortunatamente il meteo non ha peggiorato le cose, infatti il cielo è rimasto coperto senza però gli scrosci di pioggia del sabato.                                                                                                                                                   

Dopo il semaforo verde Navarro si è portato in prima posizione seguito da Philipp Oettl e Romano Fenati. I tre hanno cercato fin da subito di allungare sugli inseguitori: una mossa furba in un circuito ampio e veloce come quello texano. Enea Bastianini, che scattava dalla terza posizione, non è partito bene e nonostante un buon passo non è riuscito a ricucire il gap sui primi. Navarro ha continuato ad incrementare il suo vantaggio portandosi a più di un secondo da Fenati in seconda piazza; lo spagnolo sembrava poter chiudere la gara in solitaria, ma a metà gara l’italiano ha ricucito il distacco con una serie di giri veloci e una guida aggressiva ma pulita. Dietro di loro intanto un contatto tra Adam Norrodin e Hiroki Ono ha causato la caduta per il pilota malese e un ride through per il giapponese.                                    

Antonelli, partito 30° dopo le strane qualifiche di ieri, ha rimontato in fretta, mostrando un passo che avrebbe potuto farlo lottare per il podio ed è arrivato in settima posizione, in lotta con Bastianini, Andrea Locatelli, Nicolò Bulega e Jakub Kornfeil. Fenati, approfittando di un errore di Navarro, lo ha superato e giro dopo giro ha aumento il suo gap, riuscendo a gestire la gara e mostrando una crescita importante, soprattutto per un pilota come lui che quest’anno è tra i pretendenti al titolo.  

A tre giri dal termine Fabio Quartararo, che si trovava in lotta con Philipp Oettl per il terzo gradino del podio, ha dovuto abbandonare la bagarre per un problema tecnico: il francese è rimasto in pista ma è stato superato dai piloti più vicini e ha chiuso 13esimo; la bella rimonta di Antonelli invece ha avuto un finale amaro a causa di una caduta a due giri dalla bandiera a scacchi che lo ha tolto dai giochi.                                                                                                                                                          

L’ultimo giro ha visto la lotta tra Brad Binder e Oettl per la terza posizione, portata a casa dal sudafricano, che rimane così leader in campionato. La corsa è andata ad un felicissimo Fenati alla sua prima vittoria dell’anno: è lui è il primo italiano a vincere ad Austin. Gli altri italiani in gara: Locatelli 4°, Bastianini 5°, Bulega 10°, Bagnaia 14°, Migno 15°, Di Giannantonio 17°, Petrarca 24° e Spinarelli 26°. Antonelli e Valtulini invece non hanno concluso la gara.

 

Classifica Moto3 – GP delle Americhe 2016:

1 – R. Fenati – KTM 

2 – J. Navarro – Honda 

3 – B. Binder – KTM 

4 – P. Oettl – KTM 

5 –  A. Locatelli – KTM 

6 – E. Bastianini – Honda 

7 –  A. Canet – Honda 

8 – L. Loi – Honda 

9 –  J. Danilo – Honda 

10 – N. Bulega – KTM 

11 – J. Kornfeil – Honda 

12 – J. Guevara – KTM 

13 – F. Quartararo – KTM 

14 – F. Bagnaia – Mahindra 

15 – A. Migno – KTM 

16 – A. Masbou – Peugeot 

17 – F. Di Giannantonio – Honda 

18 – G. Rodrigo – KTM 

19 – T. Suzuki – Mahindra 

20 – K. I. Pawi – Honda 

21 – J. McPhee – Peugeot 

22 – B. Bendsneyder – KTM 

23 – M. Herrera – KTM 

24 – L. Petrarca – Mahindra 

25 – H. Ono – Honda 

26 – F. Spiranelli – Mahindra 

Ritirati:

N. Antonelli – Honda 

K. Hanika – Mahindra 

S. Valtulini – Mahindra 

J. Martin – Mahindra 

D. Binder – Mahindra 

J. Mir – KTM 

A. Norrodin – Honda 

 

Alice Lettieri

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.