Lo spagnolo Joan Mir ha trionfato nella classe Moto3 sulla pista di Brno, precedendo Romano Fenati e Aron Canet. Tutti e tre i piloti sono stati artefici di una bella gara nonostante le difficili condizioni meteo. Ottima la performance di Bo Bendsneyder e Gabriel Rodrigo, rapidi fino alla fine, così come ha sorpreso anche la wild card Tim Georgi, un vero mago del bagnato. Gara complicata invece per tutti gli altri italiani che non hanno trovato mai il giusto ritmo, chiudendo con un distacco molto alto dal leader della gara e soprattutto fuori dalle prime 10 posizioni.

I piloti della Moto3 a Brno sono partiti con le rain a causa della pioggia che fin dalla mattina ha iniziato a bagnare la pista della Repubblica Ceca; il poleman Gabriel Rodrigo è scattato molto bene ma Romano Fenati, come sempre, ha regalato una delle sue traiettorie da brividi prendendosi il primo posto. Nelle retrovie intanto Maria Herrera e Jules Danilo sono caduti, per fortuna senza conseguenze; in testa invece è tornato Rodrigo che ha subito cercato di spingere per mettere metri tra sé e gli avversari. I giovani della Moto3 hanno usato i primi giri per prendere confidenza con l’asfalto bagnato, difficile da gestire: il più a suo agio è stato il tedesco Tim Georgi, wild card qui a Brno. In testa intanto Bo Bendsneyder ha passato Guevara, che ha preferito rimanere alle spalle del rivale senza azzardare un sorpasso, al contrario di Nakarin Atiratphuvapat che ha recuperato posizioni mostrando una confidenza invidiabile sul bagnato. A 13 giri dalla fine il gruppo di testa si è ricompattato e anche Fenati è riuscito a trovare il ritmo portandosi alle spalle del suo diretto rivale nel Mondiale, lo spagnolo Joan Mir: l’italiano dopo pochi istanti è riuscito a superare il pilota del team Leopard per cercare di riprendere il duo di testa. 

A 8 giri dalla conclusione Fenati e Mir hanno cambiato marcia attaccando Bendsneyder e da quel momento è iniziata la bagarre a quattro per la lotta al podio: nessuno dei protagonisti si è risparmiato nonostante l’asfalto ancora umido e le gomme molto usurate; il gruppo di inseguitori intanto, guidato da Aron Canet, nei giri finali ha cercato di accorciare il gap, agevolato dalle condizioni della pista. A 4 giri dalla bandiera a scacchi si è riaccesa la lotta tra i quattro di testa, con un Mir che ha preso il comando del gruppo per cercare di scappare, ma Fenati non si è arreso riuscendo a superare Bendsneyder e Guevara per riprendere lo spagnolo. I due piloti hanno spinto al massimo nel finale, entrambi alla ricerca della vittoria, mentre Canet ha ricucito il gap riuscendo a rimanere il lotta per la terza posizione. L’ultimo giro ha visto Mir guidare in maniera pulita e precisa, riuscendo così a vincere la gara davanti ad uno straordinario Fenati e a Canet. Lo spagnolo del team Leopard rimane così primo in classifica, allungando ulteriormente il suo vantaggio.

Alice Lettieri 

 

moto3 brno

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.