Quella di Valencia per la Moto2 è stata una gara ricca di cadute e colpi di scena, che ha regalato una spettacolare vittoria sotto l'acqua per Oliveira, davanti a Iker Lecuona (al suo primo podio) ed a Alex Marquez, capace di un recupero record: dopo la caduta, infatti, lo spagnolo è tornato in pista in terza posizione rimanendoci fino al traguardo. Gara sottotono per i nostri ragazzi: Marini e Baldassarri sono scivolati nelle prime fasi di gara, mentre Bagnaia ha fatto fatica a rimontare. Pasini ha chiuso invece al quarto posto.

Cronaca. Marini scatta dalla pole position, seguito da Xavi Vierge e Marcel Schrotter. L’asfalto bagnato innesca la scivolata del leader della gara, il quale coinvolge anche Joan Mir e Lorenzo Baldassarri. Al comando quindi sale Vierge, con alle sue spalle Oliveira e Schrotter. Dpo alcune tornate Pasini prende la testa della corsa, ma le posizioni si scambiano ancora con Vierge che torna al comando davanti ad Oliveira e Pasini. Marquez intanto rimonta, attaccando Pasini e Vierge e stabilendosi momentaneamente in seconda piazza. Iker Lecuona attacca Pasini, salendo in quarta piazza, mentre Alex Marquez passa in testa. Vierge cade e lascia il posto il posto a Lecuona, che poco dopo sale ancora di una posizione, poichè Marquez cade (rientrando subito al terzo posto) e Oliveira va al comando rimanendoci fino alla bandiera a scacchi, staccando Lecuona (che conquista il primo podio nella categoria) di oltre 10 secondi. Terzo posto per Marquez, davanti a Pasini. In difficoltà il campione Bagnaia, che chiude in tredicesima piazza. 

Così si chiude un altro anno, che ha incoronato un altro italiano sul tetto del mondo, in attesa di un 2019 altrettanto ricco di emozioni per la Moto2.

Giulia Scalerandi

 

valencia moto2

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.