Sotto un cielo plumbeo che a tratti ha scaricato secchiate d’acqua per poi aprirsi, brilla ancora la stella di Marc Marquez. Il campione del mondo infila la sua ottava vittoria consecutiva, raggiunge il record di due miti come Hailwood (1964-1965) e Agostini (1971) ed è sempre più solitario in testa al Mondiale. Secondo posto per un grandissimo Andrea Dovizioso con la Ducati, terzo Dani Pedrosa, quarto Aleix Espargarò e quinto Valentino Rossi dopo un grandissimo recupero dall’ultima posizione. Solo 13° Jorge Lorenzo afflitto da misteriosi problemi.

La cronaca. Succede di tutto in questa gara, che prima accusa un via posticipato per la partenza ritardata della Moto2 e poi viene dichiarata bagnata dalla Direzione Gara. Tutto ciò mette in confusione alcuni piloti e quello che ne paga le conseguenze peggiori è Valentino Rossi, che si ritrova a dover partire dalla pit lane per aver azzardato la scelta delle slick in partenza. Il Dottore si ritrova così ultimo e costretto ad una difficilissima rimonta. Nel frattempo si era già formato un bel gruppo di testa con Marquez, Dovizioso, Aleix Espargarò, Pedrosa, Iannone e Lorenzo. I colpi di scena però non finiscono qui perchè ricomincia a piovere e i piloti rientrano per mettere le gomme da bagnato. Posizioni di testa invariate ma è dietro che ne succedono delle belle: c’è un Brock Parkes scatenato che si ritrova addirittura nel gruppo di testa! Nel frattempo Rossi si è portato a fatica in 12^ posizione da 18° che era. Posizioni invariate in testa con Dovizioso che non molla Marquez e con la lotta tra Pedrosa ed Aleix Espargarò. Lorenzo, che era 6°, precipita in classifica e viene scavalcato da Crutchlow, Bradl, Bautista. Smette di piovere e la pista comincia ad asciugarsi, con di nuovo i piloti ai box per il secondo cambio moto. Ne esce una situazione ancora più ingarbugliata di prima: Marquez e Dovizioso sempre attaccati, Pedrosa ed Espargaro idem, Parkes si ritrova addirittura 6° con Rossi 9° alla caccia del gruppo formato da Iannone, Crutchlow, Bautista, Bradl e appunto Parkes. Lungo di Marquez che spiana la strada a Dovizioso, che si ritrova così primo con un bel margine sullo spagnolo. Dietro il duo di testa c’è una bella lotta tra la Yamaha Forward di Aleix Espargarò e la Honda di Dani Pedrosa. E’ una bellissima lotta fra i due con sorpassi e contro sorpassi pazzeschi. Nel frattempo Rossi si sbarazza dei piloti che ha davanti a sè e sale in 5° posizione, staccato però di 15 secondi dalla coppia Pedrosa-Espargarò. Giusto per non farsi mancare nulla, cade qualche gocciolina di pioggia e dai box ri-preparano le moto con gomme da bagnato. Per fortuna non ce n’è bisogno, perchè sono solo gocce sparute. Marquez dopo l’errore recupera terreno su Dovizioso e lo infila a 10 giri dalla fine, scappando poi dall’italiano con un passo insostenibile per il pilota Ducati che comunque riesce a stare a contatto con lo spagnolo per un paio di giri salvo poi mollare la presa. I piloti di testa sono ormai sgranati e vanno verso la bandiera a scacchi in tranquillità. L’ultimo sussulto spetta a Lorenzo che nell’ultimo giro si libera di Abraham per chiudere al 13° posto. Marquez-Dovizioso-Pedrosa il podio, poi Aleix Espargarò, Rossi e Iannone i primi 6 e via via tutti gli altri con Lorenzo 13° davanti ad Abraham e Petrucci. Ritirato soltanto Pol Espargarò. In classifica Marquez guida con 200 punti, seguito a 128 da Rossi e Pedrosa con Dovizioso quarto, Lorenzo quinto e Aleix Espargarò sesto.

Marco Pezzoni

Classifica Gp Olanda (prime 10 posizioni)

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Distanza
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 162.8 43’29.954
2 20 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 162.4 +6.714
3 16 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 162.2 +10.791
4 13 41 Aleix ESPARGARO SPA NGM Forward Racing Forward Yamaha 161.6 +19.199
5 11 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 161.2 +25.813
6 10 29 Andrea IANNONE ITA Pramac Racing Ducati 161.0 +29.003
7 9 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 160.9 +30.882
8 8 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 160.9 +30.985
9 7 35 Cal CRUTCHLOW GBR Ducati Team Ducati 160.1 +44.031
10 6 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 159.9 +48.662

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.