Ducati MotoE
Foto: Pramac MotoE twitter

Ducati diventa il nuovo fornitore della MotoE al posto di Energica, partner sin dalla creazione della serie elettrica che dal 2019 accompagna in alcuni round il Motomondiale. Il costruttore modenese si appresta a scendere in pista dal 2023 per la quinta edizione della Coppa del Mondo.

Il marchio di Borgo Panigale, il più rappresentato nella griglia della MotoGP, si prepara per una nuova importante sfida. La categoria è cresciuta e nei prossimi anni è destinata ad incrementare la propria importanza.

L’obiettivo è quello di avere più costruttori sullo schieramento di partenza, un aspetto che ancora manca e che forse è stata la chiave dell’abbandono di Energica. Il nostro Matteo Ferrari vinse la prima edizione della MotoE, mentre lo spagnolo Jordi Torres ha conquistato gli ultimi due campionati.

Le novità inizieranno già dal 2022 per la MotoE che per la prossima stagione ha già annunciato che modificherà il proprio format. A differenza dei primi tre anni non vi sarà più la superpole che sarà rimpiazzata da una ‘qualifica tradizionale’ con Q1 e Q2. Il campionato elettrico si avvicina quindi alle altre categorie del Motomondiale che variano dalla MotoGP solo per l’assenza della FP4.

Claudio Domenicali, CEO di Ducati, ha dichiarato in conferenza stampa alla vigilia del GP dell’Emilia Romagna: “Stiamo lavorando perché tutti i partecipanti della Enel MotoE World Cup abbiano moto elettriche altamente performanti e leggere”.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.