Andrea Crugnola rimane in testa alla gara nella seconda giornata del Monza Rally Show. La Polo del varesino soffre però nelle lunghe distanze contro la Hyundai i20 ufficiale di Dani Sordo che, nella penultima prova di oggi, sembrava aver scalzato l’italiano dalla testa della classifica. Un problema al motore dello spagnolo nell’ultima PS lascia però campo libero all’equipaggio Crugnola-Bergonzi. Il rally del Monza Eni Circuit, grazie all’unica classe di partenti, è molto combattuto.

La giornata di sabato è la più intensa, in termini di chilometraggio, dei tre giorni del Monza Rally Show. Le R5 iscritte hanno dovuto percorrere 108,5 chilometri divisi in quattro Prove Speciali: “Grand Prix 1”, “Parabolica 1”, “Grand Prix 2” e “Autodromo 2”.

Nelle Grand Prix si sono contesi i primi due posti in classifica Sordo e il pistaiolo Marco Bonanomi su Skoda Fabia. Nella PS 3 del mattino ha prevalso lo spagnolo (22’33.1), distaccando il lecchese di 2.7 secondi. Chiude nello stesso tempo di Bonanomi anche l’equipaggio Nucita-Nicastri sulla i20 di Phoenix. Piero Longhi danneggia una ruota posteriore e arriva quart’ultimo.

Nella seconda Grand Prix, Bonanomi (22’35) ha preceduto Sordo di solo 1 decimo di secondo. In terza piazza, ritroviamo la veloce Hyundai di Nucita. Le temperature più calde e il traffico hanno messo a dura prova i concorrenti. Molti i contatti, tra cui quello tra Beretta e Luca Rossetti che spinge quest’ultimo in fondo alla classifica. Buona prestazione di Raffaele Marciello su Citroen C3 che finisce la prova quarto.

Andrea Crugnola (5’38) è il più veloce della PS 4 “Parabolica”. Craig Breen su i20 è il secondo a 1.3 secondi. Dani Sordo è terzo. Spiega Breen: “Senza avere traffico riesco a guidare l’auto come vorrei. È stato un peccato avere perso così tanto tempo nella prova precedente”.

L’ultima Prova Speciale “Autodromo 2” fa perdere a Sordo il primo posto nella classifica assoluta. Un problema al motore lo rallenta facendolo scivolare in ventitresima posizione. Spiega Sordo: “Non è andata bene. Sento che il motore non spinge. Ho un problema”. Ha la meglio dunque la Polo di Crugnola (4’59.3), seguita a 2.2 secondi da Andreas Mikkelsen. Terzo all’arrivo, Alessandro Re navigato da Fulvio Florean su Polo.

Dopo due giorni di gara, dunque, Crugnola rimane in testa al Monza Rally Show, tallonato a 9.3 secondi da Dani Sordo. In terza posizione la i20 della coppia Nucita-Nicastri (primi nello Hyundai i20 R5 Trophy). Marco Bonanomi, navigato da Pirollo, è quarto. Seguono i piloti Hyundai, Mikkelsen e Breen.

Nel WRC 1.6 T Trophy, Mirko Puricelli su Citroen DS 3 è leader a 33.6 secondi da Luca Ferri su Ford Fiesta. La classifica del Monza Rally Show Historic è dominata da Lucio Da Zanche su Porsche 911 Scrs ma a soli 0.5 secondi c’è Marco Superti su Porsche 911.

Oggi, ultimo giorno del Monza Rally Show, la PS 7 “Roccolo 2” lunga 20,5 chilometri inizierà alle 8.35. L’ultima Prova Speciale della giornata “Monza” di 1,260 chilometri partirà alle 8.59. Con il termine di quest’ultima, si sapranno i nomi dei vincitori del Monza Rally Show che verranno premiati sul famoso podio sospeso sulla pista.

Dalle 11.30 alle 12.30, sempre sul podio, Radiofreccia intratterrà il pubblico in tribuna con un deejay set. Dalle 12.30 inizierà invece il Masters’ Show, la sfida finale uno contro uno sul rettilineo del Monza Eni Circuit. Lo spettacolo sarà composto da quattro sfide tra auto storiche, quindici scontri tra vetture R5, sette heat delle i20 Coupe WRC guidate da Thierry Neuville, Dani Sordo, Andreas Mikkelsen e Craig Breen. Alle prove, si alterneranno in pista i drifter di Peletto Racing Team e le Pantera RX6 guidate da Tamara Molinaro e Reini Sampl del TitansRX.

L’ultima Prova Speciale e il Masters’ Show verranno trasmessi in diretta streaming sul canale Youtube del Monza Eni Circuit con il commento di Nicola Villani e Luca Cantamessa. Il Masters’ Show sarà trasmesso dalle 14 anche da Sky Sport MotoGP (canale 208 di Sky). 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.