Fonte: www.worldsbk.com

Il secondo dei piloti finalisti del LiveGP Awards 2021 è Luca Bernardi, classe 2001 protagonista del WorldSSP con CM Racing. Il LiveGP Award premia il miglior pilota italiano U23 è da la possibilità ai votanti di vincere un test premio in pista. Luca in realtà non è italiano ma sammarinese, ci siamo sentiti di fare uno strappo alla regola perché la sua prima stagione da pilota mondiale con le 600 ha lasciato tutti senza parole.

 

TALENTO MADE IN CIV

Luca Bernardi, 29 agosto 2001, è stato senza ombra di dubbio una delle sorprese positive della stagione WorldSSP 2021. Parliamoci chiaro che fosse un pilota dall’incredibile talento ce ne eravamo già accorti tempo fa quando nel 2017 vinse con merito il titolo tricolore nella neonata SS300 dove salì sul podio in nove occasioni su dodici e nelle restanti tre gare chiuse quarto. Nello stesso anno conquistò anche la R3 Cup e partecipò come wildcard al mondiale WorldSSP300 chiudendo settimo nel round di Imola. Nel 2018 una stagione più complicata nel mondiale di categoria sempre con una Yamaha R3 dove riesce a conquistare un quarto posto a Misano ed un quinto a Magny-Cours.

Nel 2019 il passaggio alla 600 all’interno del CIV dove al Mugello nel secondo round stagionale conquista il suo primo podio. Una gara combattuta col coltello fra i denti insieme a “vecchi volponi” del calibro di Stefano Cruciani, Massimo Roccoli e Kevin Manfredi. A fine anno Alessio Corradi che conquisterà il titolo italiano 600 con Lorenzo Gabellini decide di puntare su di lui per il 2020. Luca lo ricompenserà conquistando quattro vittorie e altri tre podi su otto gare conquistando il suo secondo titolo tricolore.

NEL 2021 IL PASSAGGIO NEL WORLDSSP

Chi segue il CIV sa bene quanto il livello sopratutto della classe 600 sia alto. Quando il circus del mondiale arriva in Italia le wildcard nel WorldSSP sono tante e spesso riempiono la top10 del mondiale. Luca però ha fatto molto di più si è presentato con il team CM Racing al via del WorldSSP centrando subito un quarto posto ad Aragon. La pista spagnola è una delle più selettive del mondiale ma Luca ha saputo cogliere subito un ottimo risultato. Si va dunque ad Estoril altra pista molto tecnica ed anche qui Luca si mette subito in luce centrando il suo primo podio iridato. Scattando dalla nona casella in gara due è l’unico a resistere al ritmo di Dominique Aegerter tagliando il traguardo a soli tre decimi dall’elvetico.

Si arriva in Italia in quella che è la pista di casa per Luca: Misano Adriatico. Luca conquista per la prima volta la prima fila alle spalle di Dominique Aegerter e termina le entrambe le gare alle spalla dello svizzero. A questo punto del mondiale Luca da rookie si trova in terza piazza iridata a soli 37 punti dal dominatore del campionato Dominique Aegerter.

Il WorldSSP si sposta in Olanda dove Luca avrà il suo “peggior” weekend chiudendo dodicesimo gara1 e quinto gara2. A Most Luca torna a lottare costantemente per le posizioni di vertice ed a Navarra torna sul podio con due terzi posti. Si arriva a Magny-Cours dove purtroppo finisce la stagione di Luca. Il weekend era iniziato nel migliore dei modi con la sua prima pole position nel mondiale Supersport. Purtroppo dopo il quinto posto di gara1 al termine del primo passaggio di gara2 un incidente che ha visto coinvolti Dominique Aegerter, Jules Cluzel e Luca toglierà al sammarinese la possibilità di terminare la stagione. Giunto in ospedale dopo gli esami a Bernardi è stata diagnosticata una frattura alla vertebra T12.

DOVE E COME VOTARE

La sua stagione 2021 è terminata anzitempo ma quello messo in mostra in sola metà stagione nel WorldSSP gli è valsa oltre che la nomination al nostro LiveGP Awards (qui tutte le istruzioni per votare, ndr) anche un contratto con Barni Racing fino a fine 2023 sulla Panigale V4R del team bergamasco.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.