Per il terzo anno consecutivo Matteo Cairoli figura tra le nomination del LiveGP Award. Un riconoscimento ampiamente meritato, vista la splendida stagione che lo ha visto grande protagonista nella Porsche Supercup Mobil 1, dove si è visto sfuggire il titolo proprio all'ultimo appuntamento di Austin in seguito ad un problema tecnico verificatosi in gara-1. Un evento che comunque non ha oscurato le grandi doti ancora evidenziate da Matteo, confermatosi tra i giovani più talentuosi del vivaio Porsche.

 

Comasco classe 1996, Cairoli si affaccia nel mondo del motorsport all’improvviso, quasi per caso, anche se la passione per il mondo dei motori è stata sempre presente nella sua famiglia. Rispetto ai principali colleghi, Matteo non fa la classica trafila nei kart, un’esperienza per certi versi quasi scontata, ma guida per la prima volta una monoposto nel 2012 dopo aver seguito il corso federale ACI CSAI per ottenere la licenza a 16 anni.

Passa poco tempo e arriva la prima grande occasione: un test per il Team Torino Motorsport. L’esito positivo gli permette di scendere in pista nel campionato di Formula Renault 2.0 con GSK, dove prende parte alle ultime due gare del campionato centrando anche il primo podio in carriera (3° posto) nella gara 2 del Mugello.

La tappa successiva della carriera di Matteo è l’approdo nella Formula 3 tedesca nel team ADM di Renato Melchioretto. Anche in questa categoria, il pilota comasco si mette in luce ottenendo due podi (al Lausitzring e a Oschersleben) ed avendo la possibilità di correre su piste da brivido come Spa (unica tappa non tedesca della stagione), Hockenheim e il leggendario Nurburgring.

Il 2014 di Cairoli inizia con la partecipazione al campionato europeo di Formula Renault 2.0 Alps ed al neonato Italian F4 Championship, ma dopo un test disputato in Carrera Cup Italia decide di cambiare categoria e dedicarsi alla sfida nel monomarca tricolore. La scelta si rivela a posteri azzeccatissima: difatti alla guida di una 911 GT3 Cup del team Antonelli Motorsport si consacra come il più giovane campione di sempre della categoria.

Sul finire del 2014 Cairoli si aggiudica anche la Porsche International Cup Scholarship Challenge (con la selezione finale svoltasi sull’ostico tracciato “Ricardo Tormo” di Valencia), battendo altri giovani talenti che, come lui, si erano distinti nei campionati dei rispettivi paesi. Questo riconoscimento gli ha fruttato, nella stagione scorsa, la possibilità di approdare nella Porsche Mobil 1 Supercup con il team Project 1, competizione che fa da contorno ai Gran Premi di Formula 1, dove ha concluso la stagione con il prestigioso riconoscimento di Rookie of the Year. Nel 2015 Matteo ha anche disputato la Porsche Carrera Cup Deutschland, correndo la 24H del Nurburgring con il Porsche AG Team Manthey.

Come detto, il 2016 lo ha visto sin da subito protagonista, ma costretto a vedere sfumare il sogno di conquistare il titolo nella serie regina del monomarca Porsche solo all’ultimo weekend stagionale in Texas. Un appuntamento con la gloria che, a questo punto, pare solo destinato ad essere rimandato…

SCOPRI QUI COME REGISTRARTI E VOTARE PER IL TUO PILOTA ITALIANO PREFERITO! #LiveGPAward

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.