Dopo l’ABC Supply 500 di Pocono, la NTT IndyCar Series torna immediatamente in pista sull’ovale dell’Illinois per il terz’ultimo appuntamento stagionale. Una gara che si preannuncia davvero incerta ed interessante, anche alla luce di quanto accaduto a Long Pond la settimana scorsa, quando, messo fuori gioco da un incidente al via, Alexander Rossi ha visto aumentare il suo distacco da Josef Newgarden a 35 punti.




Un incidente che, a distanza di giorni, ha continuato ad alimentare polemiche tra i protagonisti coinvolti, con Takuma Sato indicato come principale responsabile dell’accaduto dalla quasi totalità dei suoi colleghi.

Ed è stato proprio il pilota giapponese, dopo che a caldo si era assunto le sue colpe, a discolparsi via social, con un tweet in cui pubblica un video che, a suo dire, dimostra come  non sia stato lui ad effettuare un cambio di corsia. Sempre via social è arrivata anche la replica di Ryan Hunter-Reay che, in un altro video, ha mostrato come anche lui si ritenga non responsabile del contatto.

A chiudere defintivamente la vicenda è intervenuto direttamente il team di Sato che, in un comunicato diffuso nella serata di martedì, si è schierata apertamente in favore del pilota giapponese: “A seguito degli eventi del 1 ° giro della gara INDYCAR di domenica a Pocono Raceway, siamo sollevati dal fatto che tutti i piloti siano usciti illesi dallo schianto. Normalmente in una situazione di questo tipo non è necessario che un team commenti, ma a seguito delle accuse sollevate a Takuma Sato e dopo aver esaminato i dati e la telecamera di Takuma, riteniamo che sia necessario un chiarimento. I dati e il video mostrano chiaramente che Takuma non ha invaso la pista di Alexander in questo incidente e in effetti il ​​primo movimento del volante fatto da Takuma è stato sulla destra, mentre cercava di correggere la sua auto dopo il contatto iniziale.

Questo tipo di incidente è parte integrante in questo tipo di gare e la posizione della pista è vitale in ogni fase di ogni gara è, a nostro avviso, una parte dello sport. È un incidente di gara e noi come team desideriamo dichiarare pubblicamente di essere a favore dei nostri piloti e di avere assoluta fiducia nella loro capacità di correre e esibirsi al massimo livello per RLL. Questo è stato un incidente di gara che, purtroppo, potrebbe avere alcune implicazioni in campionato. Un incidente a Pocono ha pregiudicato le nostre aspirazioni per il titolo nel 2015, mentre eravamo secondi in classifica, quindi conosciamo la frustrazione vissuta da piloti e team. Come sempre, siamo grati per la rapida risposta dell’AMR Safety Team“.

Aspirazioni che potrebbero essere pregiudicate anche per Alexander Rossi, che domenica sera ha lasciato la Pennsylvania con 35 punti di distacco da Josef Newgarden. Ovviamente con un buon risultato a Gateway e con i doppi punti di Laguna Seca, ancora nulla è precluso per l’ex Formula 1 che, però, d’ora in poi dovrà evitare qualsiasi tipo di passo falso.

Oltre a Rossi, non potranno sbagliare nulla nemmeno Simon Pagenaud e Scott Dixon risaliti a -52 punti dalla vetta dopo il podio conquistato nella gara della scorsa settimana. A rendere ancora più incerto il risutato, ci saranno diversi piloti che in un modo o nell’altro potranno indirizzare l’esito del campionato, tra questi non possiamo non menzionare Will Power. L’australiano, dopo aver ottenuto la prima vittoria stagionale, cercherà di bissare il successo dello scorso anno anche per addolcire una stagione fin qui amara per un pilota del suo calibro.

Non sono da trascurare nemmeno Takuma Sato ed Ed Carpenter. Il giapponese vorrà sicuramente dimostrare qualcosa dopo gli avvenimenti di Long Pond, cercando la seconda vittoria in stagione, e per dimostrare che la Indy 2017 non è stata un caso, così come il 38enne americano che nella sua ultima gara  stagionale, prima di cedere il volante ad Ed Jones, tenterà l’assalto ad una vittoria che gli manca dal Texas 2014.

Per quanto riguarda la gara dei rookie, Felix Rosenqvist cercherà di respingere l’assalto di Santino Ferrucci, ora a soli 13 punti dallo svedese nella speciale graduatoria riferita ai debuttanti. Per l’occasione l’ex Formula E, ripresosi completamente dopo lo schianto contro le barriere di Pocono, correrà con una livrea speciale supportata dallo sponsor Monster Energy.

Teatro della sfida di sabato è il World Wide Technology Raceway at Gateway, un ovale da 1,25 miglia totalmente differente da quello di Pocono e con le curve che richiamano quelle di altri circuiti, come quello di Phoenix e di New Hampshire. Entrato in calendario nel 1997, il Bommarito Automotive Group è ritornato ad essere parte integrante del calendario IndyCar nel 2017, dopo un’assenza di parecchi anni.

Per quello che riguarda le attività in pista, nella giornata di venerdì verranno disputate la prima sessione di libere, seguita dalle qualifiche e da un ulteriore sessione di libere in serata. Poi al sabato la gara di 248 giri con partenza prevista per le 19:45 locali (le 02:45 italiane).

Vincenzo Buonpane

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.