La start della gara IndyCar a Mid-Ohio

Quarto successo stagionale in IndyCar per il francese del team Penske Simon Pagenaud, che allunga in classifica sul compagno di squadra Will Power, giunto secondo al traguardo. Completa il podio Carlos Munoz, il primo della pattuglia Andretti, mentre meritano una menzione particolare Conor Daly, a lungo al comando e sesto all'arrivo, davanti ad un ottimo Spencer Pigot. Fuori Dixon in un contatto con Castroneves.

Il fatto di aver vinto dopo essere partito dalla pole position (ottenuta abbattendo anche il record del tracciato) potrebbe far pensare che per Pagenaud sia stata una passeggiata il weekend in Mid-Ohio. Vero fino ad un certo punto, dato che il francese, bravo a non farsi sorprendere al via, fin dalle fasi iniziali della gara ha imposto il suo ritmo alla gara con il solo Power a cercare di non perdere contatto dalla scatenato francese. Ma in Indycar nulla è mai scontato, ed ecco che un contatto al giro 16 tra Scott Dixon ed Helio Castroneves (non sanzionato dalla Direzione Gara), con conseguente ritiro del neozelandese, è sembrato far vacillare il dominio del leader della serie. Solo un’illusione, poichè alla green flag dopo il regime di caution, il francese si è ritrovato dietro Juan Pablo Montoya, Marco Andretti, Max Chilton e Mikhail Aleshin, con il russo abile e fortunato ad aver rifornito tre giri prima.

Infatti, per quasi 40 giri e in corrispondenza dei pit stop, sono stati proprio Aleshin e Pagenaud ad alternarsi al comando della gara, con il russo che è arrivato ad accumulare un consistente vantaggio sul rivale francese, entrando in corsia box per la terza ed ultima sosta, arrivata in regime di caution al giro 62, comodamente in testa. Ma è stato proprio in occasione di questo pit che l’alfiere dello Schmitd Peterson Motorsport ha commesso un errore che, di fatto, lo ha escluso dalla lotta per la vittoria, andando a centrare Josef Newgarden. Risultato? Ala anteriore danneggiata e penalità inevitabile.

Al restart la gara ha visto Conor Daly al comando, grazie ad una sosta davvero molto anticipata e che infatti ha richiesto uno splash and go a pochi giri dal termine, con Pagenaud “cattivo” a sbarazzarsi del compagno di squadra Power che lo aveva sopravanzato in occasione della sosta. Non è quindi accaduto nulla praticamente fino a quattro giri dal termine, quando Sebastian Bourdais è stato estromesso dalla gara per mano di Takuma Sato (incidente che non ha richiesto la caution), con Pagenaud che è andato a trionfare per la quarta volta in stagione, incrementando notevolmente il vantaggio nella classifica generale sui suoi inseguitori, davanti a Will Power e Carlos Munoz. A chiudere la top ten Graham Rahal (4°), James Hinchcliffe (5°), Conor Daly (6°), Spencer Pigot (7°), Charlie Kimball (8°), Takuma Sato (9°) e Josef Newgarden (10°). 

In classifica generale Pagenaud vola a 484 punti con Power a 426, Castroneves (solo 15°  al traguardo) a 373 con Newgarden e Dixon rispettivamente a 364 e 357 punti.

Prossimo appuntamento per la Verizon Indycar Series nel weekend del 20-21 agosto, sul triovale di Pocono per l’ ABC Supply 500.

ORDINE D’ARRIVO

Pos
Driver
Team
Start
Laps
Led
Status
Pts
Bonus
1#22 Simon PagenaudTeam Penske19023Running522
2#12 Will PowerTeam Penske2903Running411
3#26 Carlos MunozAndretti Autosport15900Running350
4#15 Graham RahalRahal Letterman Lanigan Racing6900Running320
5#5 James HinchcliffeSchmidt Peterson Motorsports9900Running300
6#18 Conor DalyDale Coyne Racing229022Running291
7#20 Spencer PigotEd Carpenter Racing19900Running260
8#83 Charlie KimballChip Ganassi Racing5900Running240
9#14 Takuma SatoA.J. Foyt Enterprises20900Running220
10#21 Josef NewgardenEd Carpenter Racing3900Running200
11#2 Juan Pablo MontoyaTeam Penske8909Running201
12#10 Tony KanaanChip Ganassi Racing14900Running180
13#27 Marco AndrettiAndretti Autosport21900Running170
14#98 Alexander RossiAndretti Autosport12900Running160
15#3 Helio CastronevesTeam Penske7900Running150
16#8 Max ChiltonChip Ganassi Racing13900Running140
17#7 Mikhail AleshinSchmidt Peterson Motorsports109033Running163
18#28 Ryan Hunter-ReayAndretti Autosport4900Running120
19#19 R.C. EnersonDale Coyne Racing18890Running110
20#11 Sebastien BourdaisKV Racing Technology16860Off Course100
21#41 Jack HawksworthA.J. Foyt Enterprises17600Contact90
22#9 Scott DixonChip Ganassi Racing11270Mechanical80

CLASSIFICA PILOTI

DriverPointsBack+/-StartWinsTop 5Top 10Top 20DNFLapsLaps Led
1   Simon Pagenaud4840124891201476329
2   Will Power426-58012379112134182
3   Helio Castroneves373-1110120671201475127
4   Josef Newgarden364-120112148921386296
5   Scott Dixon357-127-1121491031356215
6   Tony Kanaan357-1270120410111139435
7   James Hinchcliffe329-155112037111139827
8   Carlos Munoz328-156212025111134110
9   Graham Rahal324-160212066120147311
10 Charlie Kimball318-166-11202812114755
11 Alexander Rossi316-168-412114120147419
12 Juan Pablo Montoya299-1851121471131181122
13 Ryan Hunter-Reay294-190-112036101128055
14 Sebastien Bourdais283-201012117103138521
15 Takuma Sato257-22701202511114370
16 Mikhail Aleshin243-241012023111140033
17 Conor Daly240-24411201493121956
18 Marco Andretti237-247-11200212014720
19 Max Chilton187-2970120019213152
20 Jack Hawksworth162-3220120008413390
21 Spencer Pigot134-35008002707470
22 Gabby Chaves105-37906000607630
23 J.R. Hildebrand84-40002001102814
24 Oriol Servia72-41202000203090
25 Luca Filippi61-42305000506050
26 Townsend Bell55-429010000019912
27 Ed Carpenter45-43903000125770
28 Matthew Brabham37-44702000102810
29 Alex Tagliani35-449020001028111
30 Pippa Mann33-45101000101990
31 Sage Karam22-4620100001932
32 Bryan Clauson21-46301000001983
33 Stefan Wilson14-47001000011190
34 Buddy Lazier12-47201000011000
35 R.C. Enerson11-473 100010890

 

Vincenzo Buonpane

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.