Will Power, doppia pole per lui in Iowa. Credits: IndyCar Official website
Will Power, doppia pole per lui in Iowa. Credits: IndyCar Official website

Una grande prestazione sul cortissimo ovale dell’Iowa consente a Will Power di prendersi la pole position in entrambe le gare previste questo weekend. Nel particolare format previsto per l’appuntamento della IndyCar nel Corn State ha visto l’australiano del team Penske segnare la media migliore in entrambi i giri concessi ai piloti. Brutta giornata pere tutti i piloti Ganassi, invece, con il leader del campionato Ericsson che partirà fuori dalla top ten nelle due manche.

Qualifica 1: Daly primo degli altri

Nella qualifica di oggi, i piloti dovevano affrontare due giri lanciati sull’Iowa Speedway. La media oraria del primo ha stabilito la griglia di partenza della prima gara di stasera, mentre il secondo quella di domani. Power ha fatto segnare il giro migliore in 178.199, davanti al team mate Newgarden, fermatosi a 177.782.

In seconda fila scatteranno Conor Daly e Patricio O’Ward. L’americano ha effettuato una prestazione maiuscola, restando a lungo in testa alla classifica. Il messicano, invece, ha la necessità assoluta di ottenere un risultato di spessore nella doppia gara di questo weekend, e il quarto posto in partenza è sicuramente un buon inizio.

Da segnalare l’ottimo sesto posto del rookie Malukas, sesto dietro a Scott McLaughlin. Male l’armata del team Ganassi, con tutti i drivers fuori dalla top ten. Dodicesimo ha chiuso Ericsson, davanti a Dixon, Palou e Jimmie Johnson, da cui ci si aspettava certamente di più su una delle piste a lui più congeniali. Si prospettano due gare in rimonta per tutta la squadra con base a Indianapolis, che dovrà difendere la leadership in tutti i modi.

Qualifica 2: stessa storia, stesso posto… stessa prima fila

Cambia il giro, non il risultato. La griglia di partenza della gara di domani vedrà la stessa identica prima fila di quella di stasera. Will Power ha soffiato all’ultimo respiro la pole al team mate Newgarden in 178.013, con una media leggermente più lenta rispetto alla precedente. Dietro di loro, questa volta ha fatto capolino Colton Herta, primo della squadra Andretti. Sul californiano pende però una penalità per sostituzione del motore; staremo a vedere se dovrà cedere la sua seconda fila e partire dal fondo.

Quarto Conor Daly, che ha così confermato il suo ottimo stato di forma. Bene anche Takuma Sato, quinto grazie ad un secondo giro molto veloce, chiuso in 177.278. Sesta l’altra Penske di Newgarden, mentre merita una menzione d’onore la decima piazza di Rosenqvist, ottenuta grazie ad un salvataggio incredibile effettuato in curva 1.

Anche in questo caso, da sottolineare la totale assenza delle vetture Ganassi tra i primi, a conferma delle difficoltà incontrate da tutta la compagine americana. Will Power, quindi, dovrà sfruttare al massimo le due occasioni che gli si presentano per accorciare il gap che lo separa da Marcus Ericsson, costretto invece a correre due gare in rimonta.

Qui i risultati completi delle qualifiche.

Nicola Saglia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.