power

E’ Will Power il vincitore di gara 1 sul circuito di Lexington a Mid-Ohio. Il pilota australiano del team Penske ha dominato la gara dalla pole position, tenendo sempre la testa della corsa. Sul podio assieme a lui Josef Newgarden e Alexander Rossi, mentre ha chiuso in P10 Scott Dixon, che vede ridursi il suo margine in classifica nei confronti del Campione in carica.

Solo la pioggia poteva rovinare i piani di vittoria di Power. Pioggia che alla fine non è arrivata e ha permesso al pilota australiano di fare il bello ed il cattivo tempo, andando a conquistare un successo che mancava da Portland 2019.

La cronaca. Alla bandiera verde non ha avuto difficoltà Power nel mantenere la pole position conquistata poche ore prima, mentre Ryan Hunter-Reay che partiva di fianco a lui, si è visto sfilare da Newgarden e da Conor Daly. Anche nelle retrovie la lotta si è particolarmente accesa con Scott Dixon e Simon Pagenaud entrambi protagonisti ma per motivi diversi: il neozelandese è stato autore di parecchi sorpassi che lo hanno fatto risalire fino alla dodicesima posizione, mentre il francese dopo un contatto con Veekay si è trovato in fondo al gruppo e con una gara totalmente da ricostruire.

Nemmeno le strategie ai box cambiano le gerarchie costruite in pista con Power che perde la testa della corsa solamente in occasione delle soste. Chi beneficia della strategia, invece, è Alexander Rossi che, allungando il proprio stint, riesce ben presto a portarsi in zona podio approfittando del ritmo non proprio velocissimo dei due battistrada Penske rallentati dal traffico.

Nei pochi duelli visti in gara 1 a Mid-Ohio spicca quello tra Colton Herta e Scott Dixon che vengono a contatto poco dopo la prima sosta, con il neozelandese che costringe il giovane collega ad una piccola escursione nell’erba.

Dopo la seconda sosta la gara si accende notevolmente e con alcuni duelli che deliziano il pubblico presente sul tracciato di Lexington. Il primo vede protagonisti Alexander Rossi e Josef Newgarden, con il primo che, dopo aver anticipato la seconda sosta, si ritrova negli scarichi della Penske mettendo non poca pressione alla vettura #1.

Spettacolo lo ha regalato anche il quartetto formato da Herta, VeeKay, Daly, Dixon e O’Ward, con l’olandese che ha la meglio su Herta e con Dixon che proprio nel finale soffia la 10a posizione dalle mani di Daly.

Al termine dei 75 giri a trionfare è Will Power che vince davanti a Newgarden e Rossi, con Rahal (4°), Hunter-Reay (5°), Rosenqvist (6°), Harvey (7°), Veekay (8°), Herta (9°) e Dixon a chiudere la top 10.

Si ritorna in pista domani per gara 2 con bandiera verde prevista per le 19 ora italiana.

Vincenzo Buonpane

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.