Prova di forza dello statunitense della Penske che sull'ovale del Gateway Motorsport Park coglie la quarta vittoria della stagione IndyCar, allungando ulteriormente in classifica generale quando alla fine del campionato mancano solamente due appuntamenti. Piazzamento a podio per Scott Dixon ed Helio Castoneves, con il poleman Will Power fuori nelle battute iniziali della gara.

La cronaca. Finisce ben presto la gara di Power che, dopo essere partito dalla pole, al giro 6 subito dopo essere stato scavalcato da Newgarden, finisce in testacoda in curva 1: si innesca così una carambola che coinvolge Ed Carpenter e Sato, con l’inevitabile ingresso della vettura di sicurezza in pista. Alla ripartenza è subito duello in casa Penske tra Newgarden e Pagenaud, con il primo che mette subito le cose in chiaro comandando con autorevolezza la gara nella prima parte.

Ma che sia la giornata del biondo del Tennessee lo si capisce in occasione delle seconda e quarta sosta: in entrambe, Newgarden esce alle spalle dei rispettivi leader (Castroneves e Pagenaud) ma riuscendo comunque a guadagnare la testa della corsa con autorevolezza e decisione. Soprattutto in occasione del sorpasso effettuato ai danni del francese campione uscente con una manovra al limite, ma che certifica ancora una volta il talento cristallino e la fame dell’ex pilota di Ed Carpenter.

Gara da dimenticare per Tony Kanaan che, dopo aver causato la prima caution di giornata andando in testacoda nel corso del giro di ricognizione, si è dovuto ritirare per noie meccaniche così come per Hunter-Reay, Chilton e Hildebrand, finiti a muro. Weekend amaro e addio ai sogni di gloria per Graham Rahal che con il 12° posto vede aumentare il suo gap dalla testa della classifica a più di 100 punti.

Finisce ai piedi del podio la consistente gara di Helio Castroneves che dopo aver comandato la gara nel terzo stint, accumulando anche un discreto margine di vantaggio sugli inseguitori, ha vanificato il tutto facendo spegnere il motore nel corso dell’ultima sosta. Dietro il brasiliano troviamo la sorpresa di giornata Conor Daly (5°), con Alexander Rossi (6°), Charlie Kimball (7°), James Hinchcliffe (8°), Carlos Munoz (9°) ed il rientrante Bourdais (10°) a chiudere la Top 10.

Grazie al risultato odierno, Newgarden aumenta il suo bottino in classifica a 547 punti con Scott Dixon a 516, Helio Castroneves a 505, Simon Pagenaud a 504 e Will Power a 464 e condannato alla “gara perfetta” a Watkins Glen per non essere tagliato fuori dall’ultima gara di Sonoma.

Il finale frenetico dell’IndyCar proseguirà nel prossimo fine settimana con la gara sullo storico tracciato del Glen, dove l’anno scorso a trionfare fu Scott Dixon. Ultima chiamata anche per il neozelandese del team di Chip Ganassi? Lo sapremo già dalla giornata di venerdì, con le prime prove libere previste alle ore 10.15 locali.

L’ordine d’arrivo

Vincenzo Buonpane

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.