Virginia
Foto. Michelin Racing USA

Matt Campbell/Mathieu Jaminet (Pfaff Motorsports #9/Porsche) hanno vinto la prova in Virginia dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. Quinta gioia stagionale per la squadra canadese che mette le mani sul titolo, mentre in GTD è ancora Mercedes ad avere la meglio con Russell Ward/Phill Ellis (Winward Racing #57) a meno di un mese dalla gioia di Road America. Terzo posto overall per questi ultimi, in lotta sino all’ultimo per la seconda piazza con la Corvette #3 di Antonio Garcia/Jordan Taylor.

Virginia, grande equilibrio nella prima fase

La prima parte di gara ha visto Ross Gunn (Heart of Racing #23/Aston Martin) mantenere la pole-position dalla Porsche #9 di Pfaff Motorsports e dalla Corvette ufficiale #3, rispettivamente affidate a Matt Campbell ed ad Antonio Garcia.

Le prima sosta ha premiato la Corvette #3 di Jordan Taylor, subito in pit road rispetto ai rivali. Il vincitore della Sebring 12h h si è ritrovato davanti a Mathieu Jaminet (Pfaff #9) ed a Gunn, mentre la BMW tentava di cambiare strategia allungando più di altri lo stint iniziale.

Il gruppo si è ricompattato ad 1h e 20 dalla fine per un cartellone pubblicitario presente in pista dopo un taglio di curva effettuato dalla Mercedes #57 di Winward Racing, tutti si sono fermati ai box per la sosta con Pfaff che tornava al top con Jaminet davanti alla BMW #25 di John Edwards e la Lexus #14 del VasserSullivan di Ben Barnicoat. 

Corvette ha deciso di anticipare la sosta conclusiva a meno di 1h dalla fine, una mossa seguita anche da parte delle altre vetture ad eccezione dell’Aston Martin #23 dell’Heart of Racing che perdeva contatto dai primi dopo una penalità

Mathieu Jaminet ha mantenuto saldamente la prova ed ha concluso in bellezza l’evento imponendosi davanti a Jordan Taylor, come sempre coadiuvato da Antonio Garcia. Terzo posto finale per Ross Gunn/Alex Riberas (Heart of Racing #23), abili nel gestire al meglio il carburante negli ultimi minuti.

GTD, Virginia. Winward concede il bis

Seconda gioia consecutiva nell’IMSA WTSC per Winward Racing con Russell Ward/Philip Ellis, abili nel finale a beffare tutti con una strategia perfetta. Terza piazza overall per l’AMG GT3 #57, al top in GTD davanti a Roman De Angelis /Maxime Martin (Heart of Racing #27/Aston Martin) e Bryan Sellers/Madison Snow (Paul Miller Racing #1/BMW).

Strategia protagonista sin da subito

Russell Ward (Winward Racing #57) ha tentato subito di allungare dopo la green flag con la propria Mercedes. Il vincitore del round di Road America ha staccato Aidan Read (Rick Ware Racing), velocissimo con la propria Acura NSX GT3 sin dalle prime prove libere.

Tutto è cambiato ai box con un problema ad una ruota per l’AMG di testa che cedeva il primato alla BMW #96 del Turner Motorsport affidata a Robby Foley. L’americano è salito in cattedra davanti a Bryan Sellers (Paul Miller Racing #1/BMW) ed alla Lamborghini #39 del CarBahn with Peregrine Racing di Jeff Westphal.

Dopo una breve bandiera gialla, arrivata ad 1h e 15 dalla fine, Andy Lally (Magnus Racing #44/Aston Martin) e Katherine Legge (Harpoint #99/Porsche) hanno sorpreso tutti cambiando strategia senza fermarsi in pit road. Le due auto citate si sono trovati avanti anche alle GTD PRO alla green flag, un notevole vantaggio sfruttato al meglio da parte di Lally che successivamente dovrà alzare bandiera bianca per una foratura.

La strategia con il carburante ha cambiato le carte in tavola con Winward Racing che ha beffato il resto del gruppo a partire dall’Aston Martin #27 dell’Heart of Racing che con Maxime Martin perderà il primato a 5 minuti dalla fine.

Prossima competizione ad ottobre con la mitica Petit Le Mans, tradizionale manifestazione che il 1mo giorno d’ottobre assegnerà tutti i titoli della principale categoria statunitense riservata alle GT ed ai prototipi.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.