lmdh

Lo scorso 14 novembre si è chiusa la stagione 2020 dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. A meno di 70 giorni dalla Rolex 24 at Daytona, maratona che apre il campionato nell’ultimo week-end di gennaio, sono molti i cambiamenti in vista della prima grande classica del 2021.

Nel ‘World Center of Racing’ il WTR dovrà difendere il successo di quest’anno. La formazione diretta da Wayne Taylor debutterà a Daytona con Acura dopo il lungo rapporto con Cadillac. L’auto #10 verrà affidata al figlio Ricky, campione in carica, ed al portoghese Filipe Albuquerque.

Quest’ultimo, alfiere fino allo scorso anno di Action Express, cambierà casacca nel 2021 e correrà l’intera annata con il più grande dei fratelli Taylor. Il californiano Alexander Rossi ed il brasiliano Helio Castroneves saranno di supporto ai due piloti già citati nella maratona di Daytona.

Per quanto riguarda la DPi, la classe regina, il transalpino Loic Duval sostituirà il connazionale Sebastien Bourdais sulla Cadillac #5 del  JDC-Miller Motorsports. L’ex protagonista nel DTM con Audi torna con i prototipi a tempo pieno, mentre l’ex pilota di F1 rientrerà nell’IndyCar Series.

Kevin Magnussen con Ganassi

Il danese Kevin Magnussen debutterà nel 2021 con la Cadillac del Chip Ganassi Racing. La famosa squadra americana tornerà infatti nella categoria e si contenderà il trofeo più importante con una DPi. Il figlio di Jan, annunciato nel FIA WEC con High Class per la stagione 2021, e attuale pilota nel Mondiale di F1 con Haas, affiancherà l’olandese Renger van der Zande, alfiere fino allo scorso anno con WTR nella serie.

Il danese ha dichiarato in merito al futuro impegno nella categoria: “Chip ha costruito una delle migliori organizzazioni di corse dentro e fuori la pista. È una grande opportunità per me di collaborare con una formazione così importante, con Renger e Cadillac. Non vedo l’ora di iniziare, incontrare la squadra ed iniziare i preparativi per la stagione 2021”.

Il neozelandese Scott Dixon dovrebbe invece competere nell’endurance. Il sei volte campione IndyCar, vincitore nel 2020 della 24h di Daytona e della Petit Le Mans, ha rotto il rapporto che lo legava ai Taylor ed è libero per le corse di durata. Ricordiamo che Scott gareggia regolarmente nella prestigiosa serie a ruote scoperte proprio con Ganassi.

LMP2: l’interesse cresce…ma dopo Daytona?

Riscuote successo la classe LMP2. Dopo un’annata con soli tre iscritti, non in tutte le prove, nelle ultime settimane parecchie formazioni hanno annunciato un interesse per questa realtà.

DragonSpeed, High Class Racing, Eurasia, K2R ed Era Motorsport hanno annunciato la propria partecipazione alla maratona del prossimo gennaio e potrebbero gareggiare anche in altre occasioni. Ci auguriamo che gli iscritti possano aumentare e che la partecipazione non si limiti alla singola 24h di gennaio. Attendiamo notizie anche dal settore LMP3, nuova classe di auto che entrerà nell’IMSA WeatherTech in alcuni week-end.

Corvette annuncia i piloti per il 2021, BMW frena

La situazione è delicata nella classe GTLM. Corvette e BMW confermano per ora la propria presenza, ma la casa bavarese potrebbe non disputare l’intero campionato. Per ora le certezze sono limitate alla compagine americana che ha annunciato i piloti per il 2021.

Lo spagnolo Antonio Garcia e l’americano Jordan Taylor difenderanno il titolo 2020 con la C8. R #3. L’olandese Nicky Catsburg è confermato nell’endurance dopo gli ottimi risultati di questa stagione. Le novità arrivano invece dalla gemella #4. I britannici Nick Tandy and Alexander Sims entrano nella squadra al posto di due volti noti come Oliver Gavin and Marcel Fassler. 

Tandy, protagonista negli ultimi otto anni con Porsche, si alternerà al volante della #4 con il confermato Tommy Milner. Lo statunitense ed il britannico verranno supportati dall’inglese Sims nelle competizioni di durata.

Novità dagli USA in GTD

Per quanto riguarda la classe GTD segnaliamo la separazione tra AIM Autosport e Vasser Sullivan Racing. Esaurito l’accordo iniziato nel 2019, la collaborazione tra le due squadre volge al temine dopo una discreta stagione per l’équipe Lexus. Nel 2020 la squadra ha inserito nella propria bacheca la WeatherTech Sprint Cup, classifica che raccoglie tutti i punti delle prove ‘corte’ della GTD.

Nonostante questa divisione, le Lexus sono confermate nella GTD grazie all’impegno dello stesso Vasser Sullivan Racing. Jack Hawksworth e Aaron Telitz, campioni della Sprint Cup, sono confermati sulla vettura #14. Discorso differente per AIM Autosport.  La compagine canadese parteciperà con Supra nell’IMSA Michelin Pilot Challenge, la categoria riservata alle GT4.

Doppio impegno nel panorama IMSA per il Team TGM. La squadra, in scena con Camaro nel Michelin Pilot, ha confermato il programma nella serie minore a cui si affiancherà la presenza alla 24h di Daytona del WeatherTech con due Porsche.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.