Il mondo del motorsport piange John Paul Jr. Una lunga malattia ha portato via una figura di rilievo nel mondo delle corse americane, scomparso all’età di 60 anni. L’ex-pilota vantava numerose apparizioni nell’IndyCar Series e nell’IMSA, campionato che vinse nel 1982

John Paul Jr, originario dell’Indiana, era da tempo in lotta contro il morbo di Huntington, una malattia genetica ereditaria. Nel corso della sua carriera ha gareggiato in monoposto, partecipando a sette edizioni della 500 Miglia di Indianapolis, e con le GT, realtà che gli permise di aggiudicarsi una 12h di Sebring e due 24h di Daytona. Tra i suoi successi di maggior rilievo anche il trionfo nel campionato IMSA datato 1982.

Il pilota statunitense, secondo in occasione della 24h di Le Mans del 1984, è stato capace di combattere nelle principali piste del Nuovo Continente in tutte le sue realtà. Da evidenziare anche l’esperienza in NASCAR in tre occasioni nel 1991.

La sua storia nelle corse è stata purtroppo macchiata dal coinvolgimento nello scandalo relativo al traffico di droga, che vide tra i protagonisti anche il padre John Paul Sr nel 1979. Nel 2002 i sintomi della malattia degenerativa lo hanno portato al ritiro, dopo oltre vent’anni di onorata carriera.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.