Bathurst
Foto: twitter Bathurst 12h

Dopo le notizie degli ultimi giorni, la Liqui-Moly Bathurst 12h è stata ufficialmente posticipata a maggio in seguito all’emergenza sanitaria. Gli organizzatori hanno deciso di cambiare la data della prima prova dell’Intercontinental GT Challenge powered by Pirelli 2022, competizione che avrebbe dovuto aprire la stagione nell’ultimo fine settimana di febbraio.

Bathurst, appuntamento al 15 maggio?

Si tratta del terzo cambio in meno di pochi mesi per questa prova che nel 2021 non si è tenuta per le note ragioni dovute al Coronavirus. La principale corsa endurance australiana si collocherà nel fine settimana del 15 maggio, un week-end che potrebbe creare problemi a molti team europei ed americani.

Ricordiamo infatti la collocazione nel medesimo giorno dell’evento di Magny-Cours del Fanatec GT World Challenge Europe powered by AWS Sprint Cup e della gara dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship di Mid-Ohio. 

Tutto resta da definire, non si escludono delle nuove problematiche per le stringenti restrizioni presenti in Oceania. La prova dell’Intercontinental GT Challange, il Fanatec GT World Challenge Australia powered by AWS ed il noto Supercars Championship sono pronti a nuovi cambi che non sarebbero una sorpresa.

Fiducia da parte degli organizzatori

Stephane Ratel, fondatore e CEO di SRO, ha dichiarato alla stampa: “Penso che sia fondamentale che l’Intercontinental GT Challenge powered by Pirelli tornasse a Bathurst quest’anno, la nuova data di maggio assicura che la gara possa andare avanti senza alcuna restrizione Omicron persistente”.

Il numero uno di SRO ha continuato dicendo: “Desidero ringraziare Supercars per aver trovato un week-end alternativo durante il loro fitto programma. Anche il calendario Fanatec GT World Challenge Australia Powered by AWS sarà modificato per accogliere il cambiamento di Bathurst”.

Non è mancato il commento da parte di Shane Howard, responsabile di Supercars che oltre all’omonimo campionato è parte del comitato organizzatore. “Questa nuova data allevia la pressione sui concorrenti internazionali e sugli operatori del trasporto merci. Un certo numero di squadre di alto profilo si sono già impegnate a partecipare e non vediamo l’ora di vedere nuovi equipaggi in pista”.

L’appuntamento con l’IGTC 2022 è quindi per maggio, ma non dimentichiamoci che il 2021 non è ancora concluso. Resta infatti da disputare la 9h di Kyalami che si dovrebbe tenere nel primo fine settimana di febbraio a 7 giorni dalla disputa della Rolex 24 at Daytona dell’IMSA.

Luca Pellegrini

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.