La Ferrari può sognare. Dopo una promettente prestazione fatta segnare nelle libere in mattinata, in qualifica le Rosse si confermano come la seconda forza presente in pista a Monza.
In quello che doveva essere un circuito sfavorevole al Cavallino, i due piloti della scuderia di Maranello confezionano la miglior qualifica della stagione nella gara di casa davanti a migliaia di tifosi in delirio.

Gia in mattinata, con asfalto umido e quel Sebastian Vettel secondo a poco meno di tre decimi da Hamilton, si era visto che la Ferrari poteva togliersi qualche soddisfazione oggi a Monza; ed infatti siamo qui a raccontare una qualifica perfetta da parte dei due piloti, capaci di sfruttare al meglio gli aggiornamenti di motore portati qui dal team.
Il circuito brianzolo si presentava insidioso per la Ferrari in quanto, come Spa Francorchamps, vedeva sulla carta favoriti i team motorizzati Mercedes. Questi pronostici sono stati rispettati nelle prime due sessioni di prove libere con le due Frecce d’Argento ad imporsi. Qualcosa è invece cambiato già da questa mattina, quando un brillante Sebastian Vettel con il secondo tempo nelle terze libere ha aperto un varco di speranza per i numerosissimi tifosi della Rossa accorsi in autodromo.

La musica non cambia all’inizio delle qualifiche, con le due Mercedes a dettare il passo e una Ferrari alle loro spalle, anche se stavolta è Kimi Räikkönen a fare la parte del principale antagonista, mentre Vettel chiude al settimo posto.
Nel Q2 e nel Q3 è sempre Lewis Hamilton a comandare la classifica dei tempi, mentre è parso in difficoltà il compagno di squadra Nico Rosberg che, complici i mancati aggiornamenti presenti sulla sua vettura, non riesce a tenere il passo dei due piloti Ferrari i quali, grazie a due giri praticamente perfetti, riescono a conquistare la prima e la seconda fila con Räikkönen secondo e Sebastian Vettel terzo.
Da segnalare quindi l’ottimo lavoro svolto dai tecnici a Maranello, capaci di portare qui a Monza un’evoluzione del motore in grado di avvicinarsi notevolmente in qualifica al super motore Mercedes, con il distacco tra Räikkönen e Hamilton che è stato infatti di soli 234 millesimi.

Le prime dichiarazioni post-qualifica sono state quelle del presidente Sergio Marchionne, il quale si è detto estremamente soddisfatto del risultato ottenuto dai suoi due piloti: “Il secondo e terzo posto non sono frutto della fortuna, il gap con Mercedes è diminuito ma ci sarà da divertirsi nel 2016, quando avremo più libertà di sviluppo.” Sull’ottima qualifica del finlandese il presidente ha commentato: “Non dimentichiamoci che Kimi è un campione del mondo ed inoltre mi aspettavo che dopo il rinnovo tornasse a guidare come lui sa fare.”
Ottimista anche per quanto riguarda domani, il presidente Marchionne ha dichiarato di aspettarsi una grande giornata in compagnia anche del premier Matteo Renzi.

Più cauti ma comunque ottimisti i due piloti Ferrari intervistati al termine delle qualifiche.
Il tedesco Sebastian Vettel si è detto emozionato per la sua prima volta in rosso a Monza: “il risultato della qualifica è davvero speciale – dice un emozionato Sebastian – “per domani speriamo di salire sul podio e chissà…magari anche davanti a Lewis, sarà molto dura perché loro sul passo gara sono davvero molto forti, ma anche noi non siamo da meno. Domani con il popolo al nostro fianco vedremo come finirà”.
Più freddo e con il pensiero focalizzato alla gara di domani Kimi Räikkönen, in prima fila dopo più di due anni: era infatti dal Gran Premio di Cina del 2013 che “Iceman” non si qualificava così avanti: “Siamo molto sorpresi guardando i risultati del week end perché sapevamo che su questo circuito potevamo non essere molto competitivi. Domani cercheremo di fare una bella gara soprattutto per i tifosi. Per quanto riguarda la prima fila non è utile in termini di punteggio, speriamo che ci possa aiutare a replicare o anche migliorare il risultato in gara.”

Una Ferrari che dunque sorprende un po’ tutti in questo sabato di qualifiche. Se il Cavallino, come ci ha abituati durante questa stagione, troverà nel passo gara della domenica la sua arma migliore, potremmo realmente assistere ad una delle edizioni più emozionanti degli ultimi anni del Gran Premio d’Italia.

Alessandro Gazzoni

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.