Si è svolto sul tracciato di Budapest il quinto appuntamento stagionale della GP3 Series, che ha visto trionfare in Gara 1 Richie Stanaway e in Gara 2 Patric Niederhauser. Dopo questo appuntamento, la classifica generale vede ancora saldamente al vertice l’inglese del Red Bull Junior Team, Alex Lynn, che comanda con 134 punti davanti a Richie Stanaway con 103 e Eriksson con 85 punti.

Gara 1. La prima curva vedeva Stanaway seguito da Visoiu e Yelloly. Al primo giro Kirchhofer superava Santiago Urrutia, mentre nel giro successivo il pilota romeno del team MW Arden Robert Visoiu faceva segnare il giro più veloce. Nel 3° giro Fontana tentava invano il sorpasso su Kirchhofer e nel giro successivo Richie Stanaway faceva registrare il giro più veloce, mentre Roman De Beer superava Luis Sa Silva e Dean Stoneman tentava il sorpasso su Santiago Urrutia, senza successo. Tre giri più tardi Visoiu si avvicinava a Stanaway. Due giri dopo, Patric Niederhauser faceva segnare il giro più veloce e in quello successivo Kirchhofer superava con successo Patric Kujala, proprio mentre Alex Fontana si portava subito dietro al pilota finlandese della Marussia. Poco dopo, Sebastian Balthasar si ritirava per problemi tecnici. Nel tredicesimo giro, Visoiu tentava il sorpasso su Stanaway, senza successo, mentre Mardenborough faceva registrare il giro più veloce. Due giri più tardi Visoiu, nel tentativo di superare il leader della gara Richie Stanaway, finiva fuori pista, e rientrando veniva superato da Yelloly. Nell’ultimo giro Bernstorff superava Niederhauser, che poco dopo vinceva una vivace battaglia col compagno di squadra Mardenborough, il quale si era portato subito dietro allo svizzero. Urrutia si ritirava per problemi tecnici poco prima di tagliare il traguardo. Vinceva così Stanaway davanti a Yelloly e Visoiu.

Gara 2. La prima curva vedeva davanti a tutti Zamparelli seguito da Niederhauser, Mardenborough e Alex Lynn. Al primo giro Patric Niederhauser superava Dino Zamparelli portandosi al comando, mentre nel giro successivo l’italo-inglese del team ART Grand Prix faceva segnare il giro più veloce. Nella stessa tornata, Stoneman tentava invano il sorpasso su Stanaway, mentre Urrutia, a causa di un’uscita di pista, era costretto ad abbandonare la sua vettura nella ghiaia. Nel terzo giro Niederhauser faceva segnare il giro più veloce, mentre in quello successivo Celis Jr tentava il sorpasso, senza successo, su Cullen, prima che il messicano venisse superato da Nelson Mason. Nell’ottavo giro Agostini tentava invano il sorpasso su Luis Sa Silva, mentre Mason superava Ryan Cullen. Due giri più tardi Fontana tentava il sorpasso su Pal Varhaugh senza successo; il giro successivo, lo svizzero di ART Grand Prix ritentava nuovamente il sorpasso sul norvegese non riuscendo però nell’impresa. Nel tredicesimo giro Lynn tentava il sorpasso, senza successo, su Mardenborough, mentre nel 15° giro Bernstorff tentava invano un attacco su Stoneman. Nella tornata successiva Emil Bernstorff riusciva nell’impresa, superando con successo l’inglese della Marussia. Vinceva Gara 2 Patric Niederhauser davanti a Dino Zamparelli, Jann Mardenborough e Alex Lynn.

Un nuovo rookie era presente al via dell’appuntamento ungherese: si trattava di Christopher Hoher, austriaco del 1997, protagonista dell’Euro Formula Open a bordo della vettura preparata dal team BVM Target. Il debuttante, a bordo dell’auto del team Jenzer Motorsport, sostituiva il cinese Adderly Fong, assente a causa della scadenza del proprio contratto con il team. Concluso il weekend ungherese, ultima tappa prima della pausa estiva, i piloti volgono lo sguardo al prossimo evento, in programma nel weekend dal 22 al 24 agosto sul tracciato belga di Spa-Francorchamps.

Giulia Scalerandi

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.