Dominio di Sebastian Vettel in terra canadese. Il campione del mondo in carica ha conquistato il proprio terzo successo stagionale sul circuito dell’isola di Notre-Dame, intitolato alla memoria di Gilles Villeneuve. Una pretazione super, quella del pilota tedesco, il quale ha dominato la gara dal via sino alla bandiera a scacchi, precedendo sul traguardo la Ferrari di Fernando Alonso e la Mercedes di Lewis Hamilton. Vettel può ora guardare dall’alto i rivali in classifica: sono difatti saliti a 36 i punti di vantaggio sul ferrarista, con Raikkonen (giunto soltanto 9°) scivolato a 44 lunghezze dalla vetta. Dopo le tante critiche rivolte alla Pirelli, la Red Bull in Canada è sembrata decisamente a proprio agio con gli pneumatici, complici alcune novità aerodinamiche introdotte dal genio di Adrian Newey; dal canto suo, Vettel si è confermato un martello sul passo gara, concedendosi qualche attimo di distrazione soltanto dopo i pit-stop, quando ha pizzicato il muro alla curva 4 ed è successivamente finito lungo alla prima staccata nel corso del 52° giro. Per il resto, una prestazione da incorniciare per il tre volte campione del mondo, il quale sta mantenendo una costanza di risultati impressionante in questa prima parte di campionato, con ben sei piazzamenti a podio nelle prime sette gare: gli avversari dovranno inventarsi qualcosa se non vorranno rinunciare da subito alle proprie velleità iridate. Tra di essi, si è distinto ancora una volta con una gara coraggiosa e caparbia Fernando Alonso: l’asturiano, penalizzato da una qualifica deludente (vero tallone d’Achille della F138) ha inanellato una serie di sorpassi che gli hanno consentito di limitare i danni in classifica, infilando nell’ordine Bottas, Rosberg, Webber ed infine Hamilton, quando mancavano soltanto sette giri alla fine. L’inglese è stato penalizzato nel finale da un calo delle proprie gomme, con una Mercedes che comunque ha mantenuto sino al traguardo un discreto passo. Fuori dal podio l’altra Red Bull di Mark Webber, ancora una volta incapace di avvicinare le prestazioni del proprio compagno di squadra, e l’altra Mercedes di Nico Rosberg, vincitore due settimane fa a Monaco. Eccellente il sesto posto di Jean-Eric Vergne al volante della Toro Rosso: il francesino ha confermato l’ottimo qualifica andando a cogliere il migliore piazzamento della propria carriera. Ancora una solida prestazione per Paul Di Resta, settimo al traguardo dopo aver effettuato un solo pit-stop, mentre ottavo è giunto Felipe Massa: il brasiliano, condizionato dall’incidente nelle qualifiche, ha sfoderato una gara grintosa e ricca di sorpassi, ultimo dei quali quello ai danni di Kimi Raikkonen all’inizio dell’ultimo giro. Il finlandese è stata la vera delusione della gara, penalizzato da una Lotus in preoccupante calo di prestazioni: il team di Enstone dovrà presto dimenticare questo week-end e cercare di voltare pagina. Altra cocente delusione, inoltre, per la McLaren, i cui piloti hanno entrambi terminato al di fuori dalla zona punti: per il team di Woking la stagione si è rivelata sin qui fallimentare, ed i vertici del team potrebbero da subito decidere di concentrare le proprie risorse sulla monoposto 2014. Dopo l’exploit delle qualifiche, infine, è colato a picco anche Valtteri Bottas: il finlandese, dopo aver subito perso due posizioni al via, si è ritrovato alle prese con una Williams poco competitiva sull’asciutto, finendo ben lontano dalla zona punti. Il prossimo appuntamento è fissato per la fine del mese a Silverstone, circuito nel quale dovrebbero debuttare le nuove mescole Pirelli: ma molti team si sarebbero già opposti.

GP CANADA 2013 – CLASSIFICA FINALE

  POS  PILOTA         TEAM                       TEMPO  1.  Vettel         Red Bull-Renault           1h32:09.143  2.  Alonso         Ferrari                    +    14.408  3.  Hamilton       Mercedes                   +    15.942  4.  Webber         Red Bull-Renault           +    25.731  5.  Rosberg        Mercedes                   +  1:09.725  6.  Vergne         Toro Rosso-Ferrari         +     1 lap  7.  Di Resta       Force India-Mercedes       +     1 lap  8.  Massa          Ferrari                    +     1 lap  9.  Raikkonen      Lotus-Renault              +     1 lap 10.  Sutil          Force India-Mercedes       +     1 lap 11.  Perez          McLaren-Mercedes           +     1 lap 12.  Button         McLaren-Mercedes           +     1 lap 13.  Grosjean       Lotus-Renault              +     1 lap 14.  Bottas         Williams-Renault           +     1 lap 15.  Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari         +    2 laps 16.  Maldonado      Williams-Renault           +    2 laps 17.  Bianchi        Marussia-Cosworth          +    2 laps 18.  Pic            Caterham-Renault           +    2 laps 19.  Chilton        Marussia-Cosworth          +    3 laps 20.  Gutierrez      Sauber-Ferrari             +    7 laps  Giro più veloce: Webber, 1:16.182  RITIRATI: Driver        Team                         On lap Hulkenberg     Sauber-Ferrari               46 van der Garde  Caterham-Renault             44

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.