La Formula V8 3.5 è arrivata all'ultimo appuntamento di questa sua prima stagione realmente spettacolare ed equilibrata. Basti pensare che a sole due manche e con 50 punti ancora in palio vi sono ancora ben sette piloti in lizza per il titolo. Sul circuito di Barcellona ne vedremo delle belle tra Louis Deletraz, Tom Dillmann, Matthieu Vaxiviere, Aurelien Panis, Roy Nissany, Egor Orudzhev e René Binder, mentre per la vittoria riservata ai team è gara a due tra Arden e Lotus, rispettivamente a 337 e 322 punti.

La classifica piloti al momento vede in testa il rookie Louis Deletraz con 200 punti. Lo svizzero figlio d’arte ha impressionato fin dal primo appuntamento stagionale al Motorland di Aragon, dove ha conquistato la vittoria all’esordio. È salito solo un’altra volta sul gradino più alto del podio, ma è stato più costante della concorrenza.  A dare battaglia allo svizzero c’è a quota 197 punti Tom Dillmann: il francese è ben più esperto rispetto a Deletraz, ma ha conquistato una sola vittoria finora; entrambi hanno raccolto poco nello scorso fine settimana a Jerez e sicuramente sono molto motivati a dare il 100% nelle ultime due gare, visto che hanno permesso agli altri piloti di accorciare in classifica. Matthieu Vaxiviere, infatti, ha sfruttato l’occasione per ridurre il gap con la vetta della classifica: il francese ad inizio stagione era dato per favorito vista la sua esperienza con la 3.5 ed il passaggio alla SMP Racing ed invece, complice diverse disavventure, è stato costretto ad inseguire sin da inizi stagione.

Aurelien Panis è un altro rookie e figlio d’arte che ha ben figurato durante la stagione, dove fino ad oggi ha conquistato 171 punti facendo meglio del suo compagno di box Egor Orudzhev: il russo è salito a quota 166 e si trova anch’egli ancora in lotta matematica per il titolo, ma con probabilità inferiori nonostante le sue quattro vittorie ottenute, più di chiunque altro. In quinta posizione in classifica, tra i due della Arden, c’è Roy Nissany a 169 punti. Il suo compagno alla Lotus, René Binder, è invece l’ultimo dei sette contendenti al titolo a a quota 153 punti, essenso quindi colui con minori probabilità di vittoria finale.

A Barcellona vedremo gare all’insegna delle tattiche dei diversi team per agevolare, quanto possibile, la vita ai rispettivi piloti che dovranno fare i conti con il self control e non cedere all’emozione di essere ad un passo dalla conquista di un titolo importante. Una bella palestra per loro, in vista di una crescita nel mondo del motorsport e di una stagione 2017 che vedrà la categoria tornare a fregiarsi della denominazione World Series, vista la nuova partnership con il WEC.

La Formula V8 3.5 può dirsi molto interessante dal punto di vista tecnico ma anche dello spettacolo, visto questo finale mozzafiato: essa segue il solco tracciato dalla Formula 3.5 Renault, dove spesso il titolo è stato assegnato nell’ultimo appuntamento. Solo nel 2015 e nel 2013 i giochi erano già stati fatti e ad aggiudicarseli furono, rispettivamente, Olivier Rowland e Kevin Magnussen. Tra i vincitori di quella categoria vanno ricordati Robert Kubica, Giedo van Der Garde e Carlos Sainz Jr. La serie ha inoltre allevato piloti del calibro di Daniel Ricciardo, Alexander Rossi, Charles Pic, Jules Bianchi, Sam Bird, Robin Frijns, Marcus Sorensen, Roberto Merhi, Pierre Gasly, Esteban Gutierrez, Jean-Eric Vergne, Antonio Felix Da Costa, Luca Ghiotto e tanti altri.

Il weekend catalano della Formula V8 3.5 ha tutte le carte in regola per regalare emozioni e tanto spettacolo: gli organizzatori della RPM Racing possono dirsi senz’altro soddisfatti per questa prima stagione inizialmente nata tra tanti problemi.

Fabrizio Crescenzi

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.