L’avventura del Team Trull in Formula E è con ogni probabilità destinata ad interrompersi. Dopo aver messo insieme solo qualche manciata di giri in occasione dei test pre-stagionali a Donington, ed aver saltato l’appuntamento inaugurale svoltosi a Pechino in seguito a “problemi doganali”, la scuderia del pilota abruzzese non era riuscita a prendere parte nemmeno alla seconda gara di Putrajaya, avendo fallito il superamento delle verifiche tecniche. Una lenta agonia che potrebbe definitivamente concludersi prima del prossimo evento, in programma sul tracciato di Punta del Este (Uruguay) il prossimo 19 Dicembre. Il team elvetico dovrebbe comunque evitare l’onta dell’espulsione, prevista dal regolamento nei casi di cattiva gestione o capaci di compromettere la reputazione del campionato, grazie al raggiungimento di un accordo con gli organizzatori. A tal proposito si è espresso il CEO della serie Agag su Current-E.com: “Sono davvero grato a Jarno, è entrato molto presto a far parte del campionato. E’ stato fantastico per il campionato. Ci ha davvero provato. A volte nelle corse accade anche questo. Le gare hanno dei momenti belli e dei momenti brutti.” 

Come si ricorderà, la scuderia di Trulli era subentrata in corsa alla vigilia della prima edizione della serie riservata a monoposto elettriche, rilevando la Drayson Racing. Dopo le scarse soddisfazioni raccolte in pista nella prima annata (caratterizzata dalla presenza al volante della vettura, oltre allo stesso Trulli, anche di Michela Cerruti, Vitantonio Liuzzi e Alex Fontana), l’attuale stagione era stata preceduta dagli evidenti problemi di affidabilità mostrati dalla nuova unità Motomatica, evidenziatisi come detto in occasione delle giornate di test svoltesi in Inghilterra. Ad aggravare la già intricata situazione anche l’inaspettata risoluzione del contratto con Vitantonio Liuzzi, a sua volta rimpiazzato in tutta fretta dal messicano Salvador Duran.

L’annuncio ufficiale dell’uscita di scena del team di proprietà dell’ex-pilota di Formula 1 dovrebbe avvenire alla vigilia del terzo appuntamento iridato, quasi in contemporanea con un’altra importante novità, che dovrebbe però stavolta riguardare una new-entry di assoluto rilievo: il marchio Jaguar, infatti, sarebbe pronto per svelare i piani relativi al proprio ingresso nel campionato, nell’ambito di un progetto che vedrebbe impegnata la casa automobilistica britannica (di proprietà di Tata Motors) in pista a partire dalla prossima stagione. Ecco le parole di Agag in merito alla probabile entrata di Jaguar, espresse nella stessa intervista: “I grandi costruttori arriveranno in Formula E. Se ci pensiamo Renault è un team, DS con Virgin è un altro team, Abt sta trattando con Audi o Volkswagen, poi abbiamo Mahindra e Nextev. E siamo a cinque. Ho due altri costruttori pronti a entrare che non posso rivelare, quindi siamo a 7. Ne restano tre, quindi direi ai costruttori di sbrigarsi. Penso che dalla quarta stagione avremo 10 costruttori in Fomula E.”  Questo costituirebbe il ritorno in ambito sportivo per la Jaguar, che come si ricorderà aveva abbandonato il programma in Formula 1 al termine della stagione 2004: per martedì prossimo sono attesi ulteriori dettagli.

Marco Privitera – Giulia Scalerandi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.