Va al britannico Sam Bird l'e-prix d'Argentina, quarta prova del Mondiale di Formula E disputatosi sul tracciato di Buenos Aires. Ma le luci dei riflettori sono tutte per il leader della classifica iridata Sebastian Buemi che, complice un errore nella propria batteria di qualifica che lo aveva relegato in ultima posizione, si lancia in una rimonta esaltante, fermatasi solamente ad un gradino dal successo pieno. 

Va al britannico Sam Bird l’e-prix d’Argentina, quarta prova del Mondiale di Formula E disputatosi sul tracciato di Buenos Aires. Ma le luci dei riflettori sono tutte per il leader della classifica iridata Sebastian Buemi che, complice un errore nella propria batteria di qualifica che lo aveva relegato in ultima posizione, si lancia in una rimonta esaltante, fermatasi solamente ad un gradino dal successo pieno. 

La cronaca. Lo start vede Bird staccare come un fulmine dalla prima posizione, mentre nelle retrovie inizia la rimonta di Buemi, da subito molto aggressivo nel tentativo di recuperare posizioni. Rispetto al solito la gara risulta essere meno frenetica e con meno colpi di scena, se si eccettua un contatto nelle fasi iniziali che vede coinvolto Jerome D’Ambrosio (ripartenza con il brivido per il belga) e l’ingresso della Safety Car al giro 18 per rimuovere la vettura di Antonio Félix Da Costa rimasta ferma lunga il tracciato, con il portoghese ancora una volta sfortunato mentre stava conducendo una gara da podio.

Ed è proprio nel corso della neutralizzazione che Bird perde momentaneamente la testa di una gara condotta con autorevolezza sin dall’inizio, mentre per Buemi, risalito fino alla quarta piazza, è l’occasione per andare a caccia dell’impresa. A pochi giri dal termine, infatti, a giocarsi la vittoria sono lo svizzero dell’e-dams Renault, il suo principale inseguitore in generale Di Grassi e Bird. Il brasiliano, anche a causa del malfunzionamento del Fan Boost, non può nulla sullo scatenato Buemi e deve accontentarsi della terza piazza, che gli consente comunque di centrare il quarto podio su quattro gare. Sam Bird va a vincere una gara meritata davanti a Buemi e Di Grassi, mentre a chiudere la top five si piazzano Sarrazin e Nicolas Prost.

Buemi aumenta il proprio vantaggio in classifica sul rivale brasiliano: sono 80 i punti dello svizzero dopo quattro round, il quale allunga su Di Grassi, per una lotta al titolo che sembra sempre più un affare a due, mentre al terzo posto nel Mondiale sale proprio Bird a quota 52. La prossima gara si svolgerà sull’inedito tracciato di Città del Messico il prossimo 12 marzo.

Vincenzo Buonpane

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.