Nel fine settimana in cui si sarebbe dovuta tenere la mitica 24 Heures du Mans, il FIA World Endurance Championship si prepara a scendere in pista per disputare la prima competizione all’interno dell’autodromo di Portimao sulla distanza delle 8h. I saliscendi dell’impianto portoghese accolgono questo fine settimana il Mondiale Endurance, pronto a vivere il secondo atto stagionale.

La prova in Algarve si sarebbe dovuta tenere ad inizio aprile, ma lo slittamento ad agosto della maratona francese ha permesso agli organizzatori di posticipare a giugno la manifestazione con l’obiettivo di avere sulle gradinate i tifosi. Portimao rimpiazza di fatto la 1000 Miles of Sebring, annullata a marzo.

Toyota si difende da Alpine, debutta Glickenhaus

Toyota si prepara a difendere il primato dopo il successo con Sébastien Buemi/Kazuki Nakajima/Brendon Hartley #8 in occasione della 6h di Spa-Francorchamps dello scorso maggio. I giapponesi confermano l’impegno anche con Kamui Kobayashi/Mike Conway/José Maria Lopez #7, rallentati nella prima sfida per il successo per dei problemi tecnici.

La Toyota, nonostante un inizio week-end abbastanza complesso fino alle qualifiche, ha mostrato di essere l’auto più performante della nuova categoria in cui spicca anche l’Alpine #36, seconda in Belgio con André Negrão/Matthieu Vaxiviere/Nicolas Lapierre #36. I francesi sono pronti a confermarsi in Portimao in cui vedremo per la prima volta al via di un fine settimana ufficiale le Glickenhaus.

Il marchio americano, dopo dei nuovi test a Vallelunga, raggiunge il Portogallo e si prepara per la 24h di Le Mans con un unità. Sulla prima ed unica auto ci saranno tre nomi di peso come Ryan Briscoe/Romain Dumas/Richard Westrook #907.

8h Portimao, LMP2: tutti contro United Autosports

La classe che dopo le prove libere sembrava poter insidiare le Hypercar si prepara a tornare in pista dopo la 6h di Spa-Francorchamps. United Autosports è la formazione da battere, squadra che dovrà fare a meno di una delle sue punte: Filipe Albuquerque.

Il padrone di casa, impegnato a Detroit nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship, lascia l’équipe inglese per questo fine settimana e verrà rimpiazzato dallo scozzese Paul Di Resta. Quest’ultimo accompagnerà Philip Hanson e Fabio Scherer.

JOTA Sport insegue il team britannico con le proprie Oreca. Stoffel Vandoorne/Tom Blomqvist/Sean Gelael #28 ed Antonio Felix da Costa/Anthony Davidson/Roberto Gonzalez #38 cercano successo dopo aver conquistato un importante podio nelle Ardenne. Non ci saranno i russi di G-Drive, mentre attenzione a WRT con Robin Frijns/Ferdinand Habsburg-Lothringen/Charles Milesi #31, realtà protagonista a Spa prima di un problema tecnico.

A Portimao non ci sarà anche l’olandese Rengen van der Zande (Inter Europol) ed il transalpino Loic Duval (Realteam Racing), impegnati come Albuquerque in IMSA tra i muretti di Belle Isle.

8h Portimao, GTE: Porsche insegue il bis

Porsche Motorsport ha l’opportunità di confermarsi al comando della classe GTE PRO tra i sali e scendi dell’Algarve. Kevin Estre/Niel Jani #92 hanno dominato la scena in Belgio ed a Portimao hanno tutte le carte in regola per un nuovo acuto, ma attenzione al Balance of Perfomance.

La compensazione delle prestazioni potrebbe limitare le 911 RSR-19 e favorire le due Rosse di Miguel Molina/Daniel Serra #52 e Alessandro Pier Guidi/James Calado #51.
Da segnalare che un terzo pilota sarà al via su entrambe le Porsche, una scelta non condivisa dalla Ferrari. Il danese Michael Christensen raggiunge i titolari della #92, mentre il transalpino Fred Mako guiderà la #91.

Assente come previsto la Corvette che sarà a Detroit per la terza tappa dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

GTE AM: Ferrari al comando, Porsche cerca un riscatto

Ferrari ha vinto con François Perrodo/Alessio Rovera/Nicklas Nielsen #83 la 6h di Spa-Francorchamps. La 488 GTE di AF Corse si prepara per la 8h portoghese al comando della graduatoria davanti all’Aston Martin #33 di TF Sport con Ben Keating/Felipe Fraga/Dylan Pereira #33. Il marchio italiano ed il brand britannico si equivalgono alla vigilia della seconda competizione, inedita a molti nel gruppo della GTE-Am

Per quanto riguarda la Ferrari occhi puntati suo Roberto Lacorte/Giorgio Sernagiotto/Antonio Fuoco #47. Il Cetilar Racing, terzi in Belgio, ha esordito alla grande tra le GT. Ricordiamo infatti che per la formazione italiana si tratta della prima volta in questa classe dopo la lunghissima esperienza con Dallara in LMP2.

Sono molte, invece, le squadre che sono chiamate a rifarsi in Portogallo. La prima è l’Aston Martin #98 di Paul Dalla Lana/Augusto Farfus/Marcos Gomes, terzetto da cui ci si attendeva molto di più al primo round in programma. Sono invece 0 i punti raccolti a maggio dalle Porsche.

La casa di Stoccarda inizia di fatto questo fine settimana il Mondiale dopo aver perso tre delle quattro 911 RSR-19 iscritte prima di scendere prima del semaforo verde. Ricordiamo infatti gli incidenti nei test della #88 (Dempsey – Proton Racing) e della #46 (Project 1) ed il violento incidente di Egidio Perfetti ad Eau Rouge nelle qualifiche ufficiali. Il pilota che corre con licenza norvegese si appresta a tornare in scena con Matteo Cairoli e Riccardo Pera, un equipaggio temibile che è mancato a Spa-Francorchamps. Attenzione anche alla #77 di Christian Ried/Julien Andlauer/Matt Campbell, alfieri del Dempsey – Proton Racing costretti al ritiro a Spa per un problema durante la gara.

La prima 8h di Portimao della storia valida per il FIA World Endurance Championship, secondo atto del 2021, si terrà domenica 13 giugno a partire dalle 12.00.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.