Se nei due appuntamenti precedenti Callum Ilott, Joel Eriksson e Lando Norris si erano aggiudicati una vittoria a testa nelle tre manche previste per ogni round, stavolta in quel di Pau (Francia) si sono divisi un...ritiro a testa. Già, perchè nel terzo round stagionale del FIA F3, svoltosi sul tracciato cittadino francese, i 3 contendenti al titolo hanno collezionato almeno uno zero a manche, regalando così due vittorie su tre a Maximilian Gunther.

Il tedesco del team Prema infatti ha sudato la vittoria di gara-2 caratterizzata da tante interruzioni per incidenti, riuscendo a tenere dietro un arrembante Lando Norris. Proprio quest’ultimo si è dovuto ritirare in gara-3 dopo aver dominato praticamente tutta la corsa. Joel Eriksson ha trionfato invece in gara-1, dopo il ritiro di Callum Ilott. Weekend positivo anche per Mick Schumacher, il quale è salito tre volte sul podio riservato agli esordienti. Nel campionato generale a dominare è Lando Norris a pari punti con Joel Eriksson (139). Terzo invece Max Gunther a quota 137.

Gara-1. Ilott scattava dalla pole seguito da Eriksson e Norris. Subito il leader della corsa andava a sbattere contro le barriere ed a salire al comando era Joel Eriksson, seguito da Lando Norris e Joey Mawson. Venivano esposte le bandiere gialle e Schumacher attaccava Ferdinand Hasburg: il tedesco veniva in seguito retrocesso di una posizione per il sorpasso in regime di bandiere gialle. Cominciava a scendere una leggera pioggia sulla pista, intanto Norris si faceva minaccioso nei confronti di Eriksson. Dopo alcune tornate, Guan Yu Zhou sbatteva contro le barriere ed entrava la SC in pista. Al re-start Mawson e Jake Dennis lottavano nelle retrovie e Max Gunther ne approfittava per inserirsi. Norris inanellava due giri veloci. Dopo alcune tornate Jake Hughes sbatteva contro le barriere. Poco dopo anche a Mawson, Dennis e Gunther toccava la medesima sorte: l’australiano e l’inglese si ritiravano, mentre il tedesco continuava la corsa nonostante l’ala anteriore danneggiata. La SC entrava in pista ed accompagnava i piloti al traguardo. Vinceva Eriksson, davanti a Norris e Gunther. Ottavo assoluto Mick Schumacher.

Gara-2. Norris partiva bene dalla pole position, ma Gunther si affiancava. Il tedesco passava al comando, ma l’inglese continuava ad infastidirlo. Ilott e Gunther lottavano per la terza piazza, mentre Keyvas Adres Soori andava in testacoda. Guan Yu Zhou si ritirava e poco dopo Eriksson andava a sbattere contro le barriere: venivano dunque esposte le bandiere gialle. Mawson si ritirava a causa di una sospensione rotta. Tagliava quindi per primo il traguardo Gunther davanti a Norris ed Ilott. Undicesima piazza finale per Schumacher (terzo fra gli esordienti).

Gara-3. Norris scattava davanti a tutti dalla pole position. A seguirlo Gunther ed Ilott. Subito il britannico faceva segnare il giro più rapido. David Beckmann finiva contro le barriere ed era costretto al ritiro. La SC entrava in pista ed al re-start Ralf Aron attaccava Harrison Newey. Mawson si ritirava e dopo alcune tornate anche Soori, Nikita Mazepin e Lando Norris sbattevano nelle barriere e si ritiravano. Trionfava Gunther, davanti ad Ilott e Ralf Aron. Il podio rookie era invece formato da Jehan Daruvala, Mick Schumacher e Marino Sato.

Terminato il weekend francese, l’appuntamento a Budapest, per il quarto round in programma dal 16 al 18 giugno.

Giulia Scalerandi

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.