Luca Ghiotto vince la sua prima gara del 2020 nel campionato di FIA F2, tagliando per primo il traguardo nella seconda gara del round ungherese. Il pilota vicentino ha preceduto Callum Ilott, gestendo al meglio i propri pneumatici senza effettuare soste al pit. Ancora a podio Mick Schumacher, seguendo la stessa strategia perseguita dall’altro pilota FDA.

Ghiotto vince la sua prima gara del 2020 in FIA F2

Possiamo finalmente celebrare la prima vittoria in campionato di Luca Ghiotto (Hitech GP) che sfrutta al meglio una strategia senza stop per centrare il successo di tappa. Una gara-2 anomala quella che ha visto protagonisti i piloti di Formula 2, già in partenza con gomme diversificate. Tranne Ghiotto e Alesi, tutti i piloti sono stati costretti alla sosta, dopo che l’altissimo degrado riscontrato ieri si è confermato questa mattina. Secondo gradino del podio per Callum Ilott (UNI-Virtuosi), poi Mick Schumacher (Prema) che conferma la terza posizione ottenuta in gara-1.

Ilott accorcia su Shwartzman

Robert Shwartzman (Prema) rafforza la leadership terminando la gara ai piedi del podio, mentre subito alle sue spalle si è classificato Nikita Mazepin. Dopo il secondo posto di ieri, si tratta di una conferma di un weekend eccellente per lui e per il team Hitech GP. Louis Deletraz è il primo classificato tra i partenti con gomma rossa; lo svizzero ha percorso le ultime tornate della gara con la gomma più dura, a differenza della gran parte dei rivali. Settima posizione per Jehan Daruvala (Carlin), ancora a punti dopo il piazzamento di ieri, quindi Guanyu Zhou (UNI-Virtuosi) che chiude la zona a punti.

La gara, oltre al degrado gomme, è stata resa ulteriormente insidiosa dal fondo umido, dopo la pioggia caduta nella notte sul tracciato dell’Hungarorirg. Ora una settimana di stop prima di tornare in pista sul tracciato di Silverstone per un doppio appuntamento. Shwartzman guida ora in classifica con 81 punti, davanti a Ilott e Lundgaard.

Cronaca

Ilott scatta al meglio, nonostante le condizioni di pista umida rendano il tracciato insidioso; seguono Deletraz e Ghiotto. Il vicentino è subito bravo a sbarazzarsi dello svizzero dopo poche tornate. Mentre molti dei ‘big’ sono partiti con la gomma più dura, circa metà della griglia ha deciso di scattare con gli pneumatici più soft, scelta che pare non pagare già dai primi giri. Il degrado si fa sentire anche per il trio di testa che dopo poco più di metà gara è costretto a rientrare al pit.

Deletraz, partito con gomma soft, effettua per primo il pit stop e si fa arrembante nei confronti di Ilott alla sua uscita dai box, ma resta dietro e comincia a perdere terreno. Luca Ghiotto è l’unico a non fermarsi e decide di andare fino in fondo con le sue gomme medie. Con Shwartzman che di rimonta si porta a ridosso delle prime posizioni, Ilott e Schumacher cercano di andare a riprendere Ghiotto, senza riuscirci. Torna così a risuonare l’inno italiano sul podio, con Ghiotto che precede Ilott e Schumacher.

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.