PHOTO PELLEGRINI

Gara-1 incredibile a Montecarlo in Formula 2, con il poleman Nyck De Vries che è riuscito a vincere davanti a Luca Ghiotto. Una corsa divisa in due quella di oggi, interrotta da una bandiera rossa provocata da un contatto tra Mick Schumacher e Tatiana Calderon. Situazione quasi paradossale alla ripartenza, con i piloti che ancora non avevano completato il giro che si sono ritrovati doppiati.




Nonostante questa situazione nulla però è cambiato nelle prime posizioni, con De Vries che ha preso il largo sia nella prima che nella seconda parte di gara e Ghiotto che si è dovuto accontentare del secondo posto.

Terzo posto per Nobuharu Matsushita, che proprio nel finale è riuscito a strappare il podio a Sergio Sette Camara, quarto al traguardo. Quinto Dorian Boccolacci, seguito da Guanyu Zhou, ultimo pilota a pieni giri.

Settimo posto per il rientrante Artem Markelov, davanti a Louis Deletraz, che domani scatterà quindi dal palo.

Giornata no per Callum Ilott, costretto al ritiro ancor prima di partire dopo che la sua vettura si è spenta in griglia. In difficoltà anche il leader della classifica Nicholas Latifi, soltanto tredicesimo all’arrivo e che ha perso quasi tutti i punti di vantaggio sui diretti inseguitori.

Cronaca. Partenza regolare che vede De Vries mantenere il comando davanti a Ghiotto. Peccato invece per Ilott, costretto ad abbandonare il gruppo dopo che la sua monoposto si è spenta sulla griglia. Scatta male invece Schumacher, che perde due posizioni e poi ne riguadagna una poco dopo grazie ad un sorpasso su Hubert. Dopo qualche giro De Vries inizia ad imporre il suo ritmo a suon di giri veloci, mentre i piloti su gomme più morbide effettuano la sosta obbligatoria. All’undicesimo passaggio Ghiotto fa registrare il giro più veloce ed inizia a recuperare qulcosa su De Vries. Al giro numero 14 Schumacher e Latifi si giocano la posizione ed i due si toccano, con il canadese costretto a sostituire la sua ala anteriore. Bandiera rossa a metà gara: Schumacher tenta un sorpasso impossibile su Tatiana Calderon alla Rascasse ed i due si toccano, rendendo impossibile il passaggio di altre vetture. Si riprende dopo circa 30 minuti alle spalle della safety car e partenza lanciata al giro numero 22 con De Vries davanti a Ghiotto e Sette Camara. Doppia penalità per Schumacher: 5 secondi per aver tagliato la pista e drive through per l’incidente che ha causato lo stop della corsa. E’ sempre l’olandese a dettare il passo nella seconda parte di gara, che continua a guadagnare sugli inseguitori. Situazione invariata davanti anche dopo i pit stop ed a due giri dalla fine entra la vettura di sicurezza in pista per rimuovere le vetture di Aitken e Correa, finite a muro. Si riparte all’ultimo giro, ma nulla cambia e De Vries va a vincere davanti a Ghiotto e Matsushita.

Appuntamento con la Sprint Race domani alle 17:15.

Carlo Luciani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.