Continua l’annus horribilis della Williams. Dopo aver raccolto solo quattro punti ed essere il fanalino di coda nella classifica costruttori, il team inglese inizia a perdere pezzi nel suo organigramma: dopo la partenza d’inizio maggio, per motivi familiari, dello chief designer Ed Wood, ora tocca a Dirk de Beer lasciare la squadra con effetto immediato. L’avventura del capo aerodinamico sudafricano, ex Ferrari, nel team di Grove è durata solamente poco più di un anno.

La causa scatenante è stata, senza dubbio, la scarsa competitività della FW41 e la difficoltà con cui i piloti la riescono a guidare: pare che il problema risieda nel diffusore che, a determinate velocità, non rende stabile la monoposto. Di conseguenza i piloti non hanno fiducia nel mezzo e non riescono a portare al limite la monoposto.

Il problema era già presente nella vettura della passata stagione, ma quest’anno è diventato più grave tanto che in Williams pensano che il problema sia la non correlazione tra galleria del vento e CFD e le risultanze scaturite dalla pista. Inoltre i due giovani piloti del team di Grove, Lance Stroll e Sergej Sirotkin, non hanno un bagaglio tecnico sufficiente per cercare di indirizzare la scuderia verso possibili soluzioni.

A prendere il posto di de Beer sarà Doug McKiernan, a Grove da febbraio dopo una lunga militanza in McLaren, assumendo la direzione aerodinamica e progettuale della vettura, coadiuvato da Dave Wheater, ex responsabile delle performance aerodinamiche.

L’avvicendamento avviene in concomitanza con l’avvio del progetto della monoposto per il 2019 e, con ogni probabilità, l’attuale stagione in casa Williams è da ritenersi già accantonata.

Michele Montesano

Michele Montesano. Nato a Potenza nel 1989 (l’anno del primo cambio al volante della F1). Da sempre innamorato delle auto e tutto ciò che le riguarda, fin da piccolo leggevo contemporaneamente Topolino e… Autosprint. Visti i miei studi in ingegneria meccanica, adoro la tecnica sia per quanto concerne l’aerodinamica che per il telaio e motore. Ferrarista dalla nascita e Alfista da prima di ottenere la patente di guida. Seguo qualsiasi categoria a quattro ruote e adoro il modellismo. Ho iniziato a scrivere di Motorsport grazie a LiveGP.it e non mi sono più fermato, attualmente collaboro anche con ItaliaRacing.net. Appassionato di nuove tecnologie e stampa 3d sono co-fondatore della Stamperia Clandestina M Lab. Assieme al collega e amico Carlo Luciani sono co-autore del primo libro marchiato LiveGP.it "Veloci più del tempo: I protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.