Una presentazione in grande stile ha fatto da cornice al lancio della Ferrari SF90, la monoposto del Cavallino che sarà al via del Mondiale 2019 di Formula 1 con Sebastian Vettel e Charles Leclerc. La nuova arrivata di Maranello è stata concepita grazie al lavoro dello staff capitanato dal nuovo Team Principal Mattia Binotto, presentando una sigla che richiama al novantesimo anniversario dalla fondazione del sogno ideato da Enzo Ferrari.




La grande attesa è stata finalmente ripagata, visto che quest’anno la Ferrari è stata l’ultima tra le monoposto che saranno ai nastri di partenza della prossima stagione a svelare la propria livrea. Un’annata che si preannuncia decisiva per il Cavallino Rampante, alle prese con svariate ed importanti novità, ma soprattutto chiamato alla conquista di quel titolo che manca ormai dal lontano 2007.

Per farlo, la nuova monoposto si presenta come un’evoluzione di quella della passata stagione, capace di mettere in difficoltà in più occasioni la corazzata Mercedes: a balzare all’occhio è innanzitutto un retrotreno estremamente rastremato, una certa “pulizia” nella parte centrale della vettura (anche se novità sono attese sin dai prossimi test di Barcellona) e ali conformi ai nuovi regolamenti.

Per quanto riguarda la livrea, essa segna (al fianco di un rosso avente una tonalità leggermente meno accesa) dopo alcune stagioni anche il ritorno del colore nero, a sua volta accompagnato dal grigio del “nuovo” partner commerciale Mission WinNow, presente in grande evidenza sul roll-bar e sulle ali. Il risultato d’insieme risulta decisamente accattivante, anche se l’auspicio di tutti gli uomini in rosso è che la monoposto possa risultare soprattutto…competitiva e vincente sin dai primi appuntamenti stagionali.

Sul palco dell’evento, condotto da Zoran Filicic, si sono alternati gli uomini maggiormente rappresentativi della Scuderia. Ad aprire le danze ci ha pensato il CEO Louis Camilleri, il quale ha dichiarato: “L’ultima annata è stata la migliore degli ultimi dieci anni. Desidero ringraziare due persone in particolar modo due persone che hanno contribuito a questo risultato: Kimi Raikkonen e Maurizio Arrivabene. Da oggi iniziamo un nuovo capitolo con Mattia Binotto e due piloti affamati di successi”.

E’ stata poi la volta nel neo-team principal, Mattia Binotto, il quale si è espresso a proposito di cosa significhi #essereFerrari, utilizzato anche quale hashtag ufficiale dell’evento: “Un sinonimo di lavoro, passione, determinazione, coraggio e appartenenza, ma soprattutto di una tradizione da perseverare nel nome del nostro fondatore”.

Subito dopo il lancio della nuova vettura, emersa al centro del palco con una serie di giochi di luce molto spettacolari, è stata poi la volta dei due piloti del team. Sebastian Vettel: “Siamo tutti molto emozionati. Non vedo l’ora di iniziare, come squadra siamo nella direzione giusta e speriamo di continuare a migliorare”. Ad accompagnarlo Charles Leclerc, alla sua “prima” ufficiale in rosso: “Per me è un sogno che si realizza. Essere al fianco di Seb rappresenta una grande opportunità, sono sicuro che potrò imparare molto e che sarà una grande stagione”.

A chiudere il ciclo degli interventi ci ha pensato John Elkann, il quale ha sottolineato il significato e l’importanza di far parte di una scuderia unica al mondo: “Siamo chiamati a portare avanti una storia iniziata 90 anni fa. Rappresentiamo l’orgoglio di una squadra capace di unire un intero Paese. Con il cuore, ovviamente rosso Ferrari”.

Il primo appuntamento in pista per la nuova arma del Cavallino è per Lunedì 18 Febbraio, quando (dopo il previsto shakedown) la Rossa sarà in pista insieme a tutti gli altri team per la prima sessione di test sul circuito di Montmelò. Che un nuovo capitolo della leggendaria storia rossa abbia inizio…

Marco Privitera

 

LE PRIME IMMAGINI DELLA NUOVA FERRARI SF90:

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.