La nuova Ferrari SF21

A meno di due giorni dal via dei test collettivi in Bahrain, la Ferrari ha finalmente svelato le immagini della nuova monoposto che schiererà al via del prossimo Mondiale di Formula 1. La SF21 si pone come obiettivo quello di far dimenticare in fretta la propria progenitrice, pur essendo (per le limitazioni imposte dal regolamento) un’evoluzione della vettura dello scorso anno. L’obiettivo è quello di riportare il Cavallino a lottare per il podio, grazie anche ad una formazione di piloti giovane e motivata.

Si è fatta aspettare più delle rivali. Ma l’attesa, almeno nei sogni dei tifosi, si spera possa essere ben ripagata. La Ferrari ha tolto i veli alla nuova SF21, attraverso un video online che ha mostrato le forme della nuova monoposto di Maranello. Questo nonostante, nei minuti antecedenti il lancio, le prime foto “pirata” avessero già iniziato a circolare sul web. Ma tant’é: la scuderia di Maranello si presenta al via della nuova stagione con tanta sete di rivincita, per dimenticare un’annata tra le più disastrose della propria storia.

NOVITA’ VISIBILI E…NASCOSTE

La vettura, pur essendo un’evoluzione del modello precedente, già ad un primo sguardo presenta interessanti novità rispetto alla SF1000. Le più evidenti appaiono essere quelle nella zona del musetto e delle fiancate, senza contare quello che potrà essere l’incremento prestazionale derivante da una Power Unit completamente rivista. Progettata con l’obiettivo di recuperare il carico verticale e diminuire la resistenza all’avanzamento, la Ferrari SF21 presenta un posteriore più rastremato e una nuova ala anteriore, insieme ad un muso di nuova concezione.

Anche la livrea mostra delle novità, con il classico rosso che vira nella parte posteriore verso una sfumatura amaranto, in linea con quello presentato in occasione della gara numero 1000 al Mugello e che richiama i colori della 125 S, ovvero la prima vettura da corsa della Ferrari. Inoltre, balza all’occhio anche la colorazione verde del main sponsor Mission Winnow, il cui logo campeggia nella zona del cofano motore.

BINOTTO E ELKANN: “CANCELLARE IL 2020”

“E’ una vettura che nasce da quella dello scorso anno – ha dichiarato il Team Principal, Mattia Binotto – seppur congelata in diverse zone per via delle limitazioni regolamentari. Ciò nonostante, abbiamo cercato di migliorarla in tutte le aree, intervenendo sull’aerodinamica e su una Power Unit rivista. La macchina cambia anche nella livrea, con un richiamo alla lunga tradizione Ferrari”.

A chiudere il video di presentazione è stato il presidente John Elkann, il quale ha ribadito la volontà di risollevarsi dopo un’annata difficile: “Il 2020 è alle nostre spalle, ma non sarà dimenticato, anzi ci ha resi più forti. Ai nostri tifosi possiamo garantire che onoreremo il nome del nostro fondatore e daremo il massimo in ogni occasione”.

Adesso toccherà a Charles Leclerc e alla new-entry Carlos Sainz il compito di riportare il Cavallino nelle posizioni nobili dello schieramento. Lavorando in pista già da dopodomani, quando i motori si accenderanno sul circuito di Sakhir per la prima delle tre giornate di test pre-stagionali.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.