mclaren renault top

Una copiosa pioggia cala sulle qualifiche del Gran Premio della Stiria, alternando le forze in pista e portando al top sia McLaren che Renault. Sembra quasi che la pioggia abbia fatto una magia. Infatti, mentre le gocce calavano sulla pista di Spielberg riducendone la visibilità, le due scuderie riprendevano lo splendore di tempi ormai troppo lontani.

L’ultima sessione delle prove libere non si è potuta disputare proprio per la pioggia. Le qualifiche però sì, anche se sono partite con una ventina di minuti di ritardo. Le condizioni, tuttavia, erano davvero difficili. Con l’asfalto che si asciugava quando smetteva di piovere e si bagnava quando invece ricominciava, i team hanno avuto difficoltà a trovare una giusta strategia. I piloti, inoltre, avevano la visibilità ridotta a zero. Proprio in quel momento, due dei team più sottovalutati della griglia si sono resi protagonisti di prestazioni al top.

McLaren e Renault: al top sotto la pioggia

La Renault ha usato tutto il suo savoir faire adattando la strategia ai suoi piloti ed al loro stile di guida. Entrambe le macchine sono state competitive ed affidabili ed i due piloti le hanno condotte nel Q3, piazzandosi comodamente fra i primi dieci.

Esteban Ocon è rientrato nel Circus alla grande, portando la sua monoposto in quinta posizione, appena dietro la Mercedes di Valtteri Bottas. Un risultato davvero incredibile e molto sodisfacente per il francese.

Daniel Ricciardo può finalmente respirare ed essere soddisfatto del suo risultato, un solido nono posto davanti all’ex compagno ai tempi della Red Bull Sebastian Vettel. Il suo futuro, inoltre, è destinato a diventare ancora più roseo nel 2021, quando l’australiano approderà in McLaren.

McLaren, regina della pioggia

Il risultato più stupefacente, però, è quello portato a termine dalla McLaren. La scuderia di Woking, infatti, sembra avere definitamente superato i tempi bui della partnership con Honda ed è pronta a risalire la china e tornare in vetta. La prestazione di entrambe le monoposto in condizioni così estreme è stata stellare, molto convincente e finalmente affidabile.

Carlos Sainz riesce nell’impresa di ottenere la seconda fila davanti ad una Mercedes e dietro ad uno scatenato Verstappen e ad un imprendibile Hamilton.

“Sono state le qualifiche più difficili della mia carriera in F1- annuncia il madrileno divertito appena sceso dalla sua monoposto– non ho mai guidato in condizioni così estreme”.

Anche Lando Norris, tuttavia, si dimostra in ottima forma, confermando quello stato di grazia con cui ha conquistato il podio la settimana scorsa, sempre su quella pista.

Speriamo che la magia non si fermi e che queste prestazioni eccellenti trovino conferma anche in gara.

Leggi anche: F1 | GP Stiria, Hamilton sale in cattedra sul bagnato: “Mi sono divertito”

Silvia Giorgi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.