Sbarcata a Melbourne in occasione del primo GP stagionale, la Renault ha subito svelato la nuova livrea della RS16, totalmente diversa da quella provvisoria che ha girato nei test pre-stagionali a Barcellona. La scuderia francese, infatti, ha preferito mantenere la classica tinta gialla, rimanendo fedele alla tradizione e inserendo il nero soltanto sull'ala anteriore e sul retrotreno della vettura. Tuttavia, qualche tocco differente c'è rispetto al passato. La tonalità di giallo è più opaca e nella parte finale della vettura essa si trasforma in un color oro.

Sbarcata a Melbourne in occasione del primo GP stagionale, la Renault ha subito svelato la nuova livrea della RS16, totalmente diversa da quella provvisoria che ha girato nei test pre-stagionali a Barcellona. La scuderia francese, infatti, ha preferito mantenere la classica tinta gialla, rimanendo fedele alla tradizione e inserendo il nero soltanto sull’ala anteriore e sul retrotreno della vettura. Tuttavia, qualche tocco differente c’è rispetto al passato. La tonalità di giallo è più opaca e nella parte finale della vettura essa si trasforma in un color oro.

Un mix di colori che in Renault si augurano possa essere di buon auspicio, come confermato da Cyril Abiteboul: “Questo giallo un pò opaco riprende la colorazione delle nostre vetture stradali, seppur abbiamo preferito lasciare alcune zone in nero che piacevano un pò a tutti. Il color oro al retrotreno? Rappresenta quello a cui vogliamo arrivare”.

L’ex team principal della Caterham si è anche espresso sugli obiettivi da perseguire nel 2016: “La scorsa stagione siamo finiti sesti nel campionato costruttori. Ottenere un risultato peggiore sarebbe difficile da spiegare. Dobbiamo puntare in alto fin dal primo giorno di pista. Dunque dobbiamo ambire a un risultato migliore a quello ottenuto lo scorso anno”.

La speranza della scuderia francese è quella di tornare ai vertici nel giro di pochi anni. Per vedere se queste ambizioni potranno trasformarsi in risultati concreti già nel breve periodo, bisognerà aspettare domenica, quando Kevin Magnussen e Jolyon Palmer cominceranno la scalata verso i piani nobili della classifica.

Carlo Luciani
 

 

Carlo Luciani, nato a Salerno l’8 luglio 1996. Vivo a Teora, in Irpinia, terra non propriamente nota per i motori. Nonostante ciò, fin da piccolo sono rimasto profondamente affascinato dal mondo del Motorsport, al quale mi sono avvicinato vedendo vincere Michael Schumacher sulla Ferrari. Alla passione per i motori ho unito quella per la scrittura, e ad oggi sono Giornalista pubblicista e laureando in Ingegneria meccanica presso l’Università Federico II di Napoli. Nel 2020, insieme al collega e amico Michele Montesano, ho pubblicato il primo libro marchiato LiveGP.it “Veloci più del tempo: i protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.