Nel 2019 la Formula 1 darà l'addio alla gamma "arcobaleno" che la Pirelli aveva adottato per la stagione che, con le ultime trasferte extraeuropee, sta volgendo verso la sua conclusione. Dal Gp di Melbourne del 17 marzo, quindi, saranno disponibili solamente tre colori, ma con differenti mescole a seconda della conformazione dei tracciati dove si correrà.

Nello specifico i colori continueranno ad essere quelli tradizionali e cioè, bianco per la gomma hard, giallo per la medium e rossa per la soft, ma con mescole diversificate a seconda della pista in cui si correrà: “La soft per Montecarlo sarà più tenera di quella per Silverstone e Suzuka“, ha sottolineato la Pirelli nel comunicato di presentazione della gamma 2019.

Ad inizio di ogni Gran Premio, quindi, la casa milanese indicherà prima di ciascun gran premio le mescole corrispondenti a hard, medium e soft nominate per quella specifica gara. Il nuovo sistema permetterà ai tifosi di individuare con maggiore facilità la tipologia di mescola utilizzata, consentendo di avere subito più informazioni sulla gamma. “Abbiamo parlato a lungo di questo argomento con i Team, FIA e Formula 1. L’idea alla base di questo cambiamento è quella di rendere più facilmente riconoscibili le gomme, anche a livello televisivo, pur indicando chiaramente quali specifiche mescole saranno utilizzate a ogni gara”, la spiegazione di Mario Isola, Responsabile Car Racing della Pirelli, nella presentazione della nuova gamma nel paddock di Austin. La novità entrerà ancora più nel dettaglio, con la comunicazione delle varie mescole, che avverrà solamente dopo l’omologazione da parte della FIA nel mese di dicembre.

Nessun cambiamento, invece, per quanto riguarda le gomme da bagnato che rimarranno con le stesse colorazioni del 2018: Cinturato intermedi (verdi) e da bagnato estremo (blu).

Vincenzo Buonpane

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.