FIA

La FIA ha reso noto tramite un comunicato ufficiale tutte le novità regolamentari che saranno introdotte a partire dalla stagione F1 2022. Tra le più importanti troviamo la conferma di tre Sprint Race con una nuova assegnazione di punteggi, mentre i risultati dell’indagine di Abu Dhabi verranno resi noti direttamente dal presidente Ben Sulayem nei prossimi giorni.

GP DI ABU DHABI 2021

la FIA tramite la F1 Commission per il momento ha preferito non sbilanciarsi sui risultati delle indagini riguardanti il GP d’Abu Dhabi 2021 specificando che sarà il presidente Ben Sulayem a farlo nei prossimi giorni. Il comunicato infatti recita: “Il presidente della FIA ha condotto discussioni ed indagini dettagliate sul GP di Abu Dhabi 2021. Il feedback della Commissione sulle questioni sollevate sarà inserito nell’analisi del Presidente. Nei prossimi giorni presenterà pubblicamente notizie sui cambiamenti strutturali e sul piano d’azione”.

GARE SPRINT

Anche le gare Sprint alla fine vengono confermate per la stagione F1 2022 dalla FIA, con diverse novità. Intanto il cambio di nome da “Sprint Qualifying” ad un semplice “Sprint” con gli eventi che alla fine saranno soltanto tre: GP dell’Emilia Romagna, GP d’Austria e GP del Brasile. Questo è dovuto alle recenti pressioni fatte dai team sul budget cap, considerando anche il grande cambiamento regolamentare che sarà in atto da quest’anno. All’unanimità è stato quindi deciso di mantenere soltanto questi appuntamenti modificando però il sistema dei punteggi. Ecco l’assegnazione dei punti del Campionato del Mondo per i primi otto, con la pole position che verrà assegnata nelle qualifiche di venerdì. 1° – 8 punti, 2° – 7 punti, 3° – 6 punti, 4° – 5 punti, 5° – 4 punti, 6° – 3 punti, 7° – 2 punti, 8° – 1 punto.

GARE RIDOTTE

A seguito dei fatti avvenuti nel GP del Belgio del 2021, che è stato pesantemente influenzato dalle avverse condizioni meteo, la Commissione della FIA ha approvato i seguenti cambiamenti al regolamento sportivo: “Nessun punto verrà assegnato a meno che non siano stati completati almeno due giri dal leader senza un intervento di Safety Car e/o Virtual Safety Car. Se il leader ha completato più di due giri ma meno del 25% della distanza di gara programmata, i primi cinque classificati riceveranno punti come segue. 1° – 6 punti, 2° – 4 punti, 3° – 3 punti, 4° – 2 punti ,5° – 1 punto”.

Nel caso di completamento di soltanto il 25% ma meno del 50% della distanza di gara programmata, i punti verranno assegnati come segue. 1° – 13 punti, 2° – 10 punti, 3° – 8 punti, 4° – 6 punti, 5. – 5 punti, 6° – 4 punti, 7° – 3 punti, 8° – 2 punti, 9° – 1 punto. Se il leader ha completato il 50% ma meno del 75% della distanza di gara programmata, i punti invece saranno i seguenti: 1. – 19 punti, 2° – 14 punti, 3° – 12 punti, 4° – 9 punti, 5° – 8 punti, 6° – 6 punti, 7° – 5 punti, 8° – 3 punti, 9° – 2 punti, 10° – 1 punto.

Ricordiamo che tutti i cambiamenti sopra riportati dovranno essere approvati dal World Motorsport Council.

Julian D’Agata

Leggi anche: F1 | DOMENICALI E LE SPRINT QUALIFYING: “UN GRANDE SUCCESSO”. MA IN CHE SENSO?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.