F1

Il weekend che la F1 si appresta ad affrontare in Ungheria sarà caldissimo e non solo per le elevate temperature di questi giorni. E’ di pochi minuti fa, infatti, la notizia del ricorso presentato dalla Red Bull contro la decisione degli stewards del Gran Premio di Gran Bretagna sul contatto alla Copse tra Lewis Hamilton e Max Verstappen nel corso del primo giro della gara inglese.

RICORSO RED BULL

Le polemiche scatenatesi sia nel corso della gara ma soprattutto nel dopo corsa non accennano a placarsi. Dopo le dichiarazioni al vetriolo dei protagonisti coinvolti, con inevitabili scarichi di responsabilità, la Red Bull ha deciso di impugnare il verdetto degli Stewards presentando formale ricorso alla FIA.

DIRITTO DI REVISIONE

Nel documento, inoltrato alla Federazione il 23 luglio scorso, la scuderia di Milton Keynes chiede di esercitare il diritto di revisione della penalità, sulla falsariga di quanto fece la Ferrari nei giorni successivi al Gran Premio del Canada del 2019.

Analogo diritto in questa stagione è già stato esercitato, senza successo, dall’Alfa Romeo che ha ricorso contro la penalità di 30 secondi di time penalty inflitta a Kimi Raikkonen nel recente Gran Premio dell’Emilia Romagna di Imola.

DISCUSSIONE GIOVEDI’ ALLE 16:00

La discussione è prevista per giovedì alle ore 16:00 italiane in videoconferenza, con la Red Bull che sarà chiamata a portare in dibattitto nuovi elementi significativi che possano indurre il Collegio giudicante a ribaltare il verdetto degli Stewards che, ricordiamolo, hanno comminato ad Hamilton un time penalty di 10 secondi, che non hanno impedito, però, al sette volte Campione del Mondo di trionfare nel Gran Premio di casa.

Vincenzo Buonpane

LEGGI ANCHE:

F1 | L’editoriale: e se al posto di Hamilton ci fosse stato Nikita Mazepin?

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.