f1-imola-fia-masi-gp

La possibilità di avere un terzo Gran Premio di F1 su suolo italiano si fa sempre più concreta, grazie a ulteriori conferme che vedrebbero l’Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola in lizza per una data nel mese di Ottobre.

E’ passato poco più di un mese da quando il circuito del Santerno ha ottenuto dalla FIA la classificazione di Grado 1, valida per tornare a ospitare un Gran Premio di F1. A Imola hanno infatti lavorato duramente per poter adeguare il tracciato agli standard qualitativi e di sicurezza richiesti dalla Federazione, con la chiara intenzione di riportarvi la Formula 1 dopo 14 anni di digiuno.

Un indizio importante circa la presenza di Imola nel calendario di F1 sarà l’ispezione che avverrà nella giornata di domani con l’arrivo del direttore di gara Michael Masi, oggi impegnato al Mugello. E’ in campo anche il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il quale ha ribadito l’interesse e l’impegno per avere un terzo Gran Premio in Italia, anche “a porte semichiuse”.

Non è ancora chiara una data per la quasi certa tappa imolese. Tra le più quotate quella del 4 Ottobre (che secondo le ultime indiscrezioni ospiterebbe il primo evento di un possibile triple header con Hockenheim e Portimao) e l’11 ottobre. Secondo quanto riportato da fonti tedesche, verrà discusso l’ordine di tale trittico nelle prossime settimane in seguito alla finalizzazione degli accordi con le location, mentre il GP di Cina è ormai prossimo alla cancellazione definitiva.

Beatrice Zamuner

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.