In attesa dell’inizio della stagione 2020 di Formula 1, che scatterà dal Red Bull Ring tra meno di un mese, molti piloti sono finalmente tornati in pista… nel mondo reale. Negli ultimi due giorni, infatti, si è disputata la due giorni di test programmata da Mercedes con i suoi piloti ufficiali, ma non solo. Dopo mesi in cui li abbiamo visti impegnati al simulatore, anche Charles Leclerc e Lando Norris hanno rimesso il naso sull’asfalto.

MERCEDES ANTICIPA TUTTI…

Il team campione del mondo in carica, nelle giornate di martedì e mercoledì è sceso in pista a Silverstone con la W09, la vettura con cui Mercedes ha vinto sia il titolo piloti che costruttori nel 2018. Nel corso della prima giornata è toccato a Valtteri Bottas rimettersi alla guida per una giornata che lo stesso finlandese ha ritenuto molto utile, sia per lui che per il team.

Infatti, anche le squadre devono adattarsi alle nuove procedure imposte in seguito all’emergenza Coronavirus. Tutti i lavoratori hanno indossato le mascherine, mentre quelli a stretto contatto con i piloti hanno indossato anche una visiera.

Nella giornata di ieri è toccato invece a Lewis Hamilton calarsi nell’abitacolo della W09, seppur con la pioggia che ha fatto slittare di qualche ora i programmi. Nonostante questi piccoli problemi, il sei volte campione del mondo ha girato molto sul tracciato inglese, dichiarandosi soddisfatto del lavoro svolto e “per niente arruginito”.

… MA GLI ALTRI NON STANNO A GUARDARE

Non solo il team campione del mondo però, ma anche la Ferrari ha un programma un test simile a Fiorano. Nel frattempo ieri Charles Leclerc si è recato a Lonato per una giornata di allenamento sui kart con i suoi amici, tra cui anche Antonio Fuoco. Test privati e poche persone presenti, ma il monegasco ha deliziato i fans con un on board in diretta sul suo canale Twitch.

Ritorno al passato anche per Lando Norris, sceso in pista con il team Carlin, che gli ha messo a disposizione un vecchio modello di Formula 3 per effettuare qualche giro a Silverstone.

Insomma, i piloti stanno togliendo la “ruggine” per arrivare il più preparati possibile al 5 luglio, quando finalmente inizierà ufficialmente il mondiale 2020 di F1.

Leggi anche: F1 | Hamilton senza freni: “Le statue con simboli razzisti vanno abbattute”. E la protesta dilaga

Carlo Luciani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.