Charles Leclerc, dopo aver ottenuto il miglior riferimento cronometrico nella prima sessione di libere, si conferma al top anche nel terzo ed ultimo turno. Il pilota monegasco è stato l’unico a scendere sotto l’1:33, rifilando oltre tre decimi al proprio compagno di team Sebastian Vettel, che ha concluso in seconda posizione.




Dopo il magico weekend di Singapore, le due Rosse sembrano particolarmente veloci anche su un tracciato molto diverso a livello di layout. Lontane al momento le due Mercedes, che trovano in Lewis Hamilton il primo inseguitore delle Ferrari, comunque lontano quattro decimi dalla prima posizione. Quarto Valtteri Bottas, staccato di oltre sei decimi.

La pioggia doveva essere protagonista già da questa terza sessione di prove libere, invece dopo qualche breve scroscio in mattinata, i piloti hanno potuto sfruttare una pista completamente asciutta. Ancora incerte sono le previsioni per la qualifica, che scatterà alle 14:00 italiane.

Non conferma le prestazioni di ieri Max Verstappen, quinto ma staccato di 1.5 s. Il pilota olandese ha ottenuto il suo miglior riferimento con gomma media mentre un errore gli ha impedito di completare il giro, nel finale di sessione, con la mescola più tenera. Sorpresa del turno Romain Grosjean con una Haas che pare rediviva in Russia, dopo qualche buono sprazzo arrivato già nella sessione di ieri.

Risale ma resta lontano Alexander Albon, settimo sotto la bandiera a scacchi, ma staccato di oltre 1.6 s dalla prima posizione. Il pilota thailandese non è nemmeno riuscire a battere il tempo con gomma più dura del compagno di team, ottenuto ad inizio sessione. Ottava posizione per la Renault di Nico Hulkenberg, seguito dalla McLaren di Lando Norris, mentre Kevin Magnussen chiude la top ten.

Pierre Gasly su Toro Rosso occupa l’undicesima posizione, mentre Daniel Ricciardo non riesce a fare meglio del compagno di squadra e si piazza dodicesimo. Scorrendo la classifica troviamo Carlos Sainz in tredicesima posizione, seguito dal nostro Antonio Giovinazzi. Nonostante un’Alfa Romeo non particolarmente a suo agio, il pilota pugliese ha brillato rifilando quasi 1 secondo a Kimi Raikkonen.

Le due Racing Point si piazzano in quindicesima e sedicesima posizione, mentre Daniil Kvyat (fermo ad inizio sessione dopo un problema al Power Unit) divide le due Williams di George Russell e Robert Kubica.

Samuele Fassino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.