Portogallo Bottas

Bottas centra a sorpresa la pole position nel Gran Premio del Portogallo, beffando Hamilton di pochi millesimi. Terzo Max Verstappen. L’appuntamento con la storia (ancora di più) per Lewis Hamilton questa volta è rinviato. La pole position numero cento, quella per riscrivere i record in maniera ancora più inavvicinabile dovrà ancora aspettare. E’ infatti di Valtteri Bottas, la seconda guida, il miglior tempo. Il finlandese sorprende Hamilton per soli 7 millesimi e bissa la pole position della passata stagione.

Gli stessi tre

Sei mesi dopo, sempre loro. Bottas, Hamilton e Verstappen firmano una qualifica fotocopia a quella della passata stagione; evidentemente il tracciato di Portimao esalta le doti del finnico sempre nell’ombra di Hamilton e getta le basi per una gara magari diversa almeno sulla carta. Ma la beffa, come l’anno scorso è in agguato. A imporsi fu infatti Hamilton, ribaltando le carte, davanti a Bottas e Verstappen. Oggi invece una qualifica poso indicativa, condizionata da fattori esterni come il vento. Tracciato tecnico e difficile quello dell’Algarve, in cui la minima distrazione non è concessa. Pole position comunque più lenta di quasi un paio di secondi rispetto al 2020, colpa anche delle mescole più dure portate dalla Pirelli.

Le polemiche

Ottimo il giro di Bottas, persino migliore di quello di Hamilton. Le due Mercedes peraltro usano addirittura la gomma media non solo in Q2 ma anche in Q3. Partiranno dunque con gomma più dura (così come le Red Bull) per una strategia diversa e comoda per allungare il primo stint. Ma in verità la polemica, come ormai ad ogni gara, è dietro l’angolo. Il giro di Max Verstappen che gli sarebbe valso la pole position gli è stato cancellato per aver oltrepassato i track limits. Il caso dell’olandese è limite, questione di centimetri, impossibile quantificare un vantaggio da una simile manovra. Ma la regola c’è ed è chiara, pertanto le chiacchiere stanno a zero. Si invoca l’intervento di Stefano Domenicali per chiarire forme e spettacolo, ma in verità basterebbe uniformare il collegio giudicante, posizione che noi di LiveGP abbiamo da tempo sposato.

La febbre del sabato

Dopo le critiche piovutegli addosso a Imola questo è un bel messaggio di riscatto da parte di Bottas. Altre volte l’abbiamo visto farsi bello il sabato e poi scomparire la domenica senza opporre resistenza. Domani ci sarà un’altra partenza fianco a fianco con Hamilton e importantissima questa volta. Lewis dovrà preoccuparsi di avere uno scatto perfetto proprio per passare Bottas e meglio difendersi da Verstappen ormai agguerritissimo in ogni occasione. In fondo volevamo la lotta al vertice, ed ora è servita; una sfida a 3, a cui tutti gli altri sono ancora distanti.

Stefano De Nicolo’

Leggi anche: F1 ǀ IN RICORDO DI AYRTON SENNA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.