A farla da padrone nella terza sessione di prove libere del Gran Premio d'Italia è stata la pioggia, caduta copiosamente sin dalle prime ore del mattino. In una sessione durata soltanto 16', tutti i piloti hanno effettuato pochi giri anche in previsione di una qualifica bagnata e con soli sette di essi ad aver segnato dei giri cronometrati. Pubblico già numeroso sulle tribune che ha atteso lungamente i propri beniamini in pista.

La tanto temuta pioggia che era prevista nella mattinata di ieri (che beffa per il nostro Giovinazzi…) è arrivata in quantità industriali in questo sabato mattina, rendendo la qualifica di questo pomeriggio una vera e propria lotteria. Le prime avvisaglie si sono avute con la GP3, le cui qualifiche sono state cancellate nella speranza che la situazione migliorasse.

Ma dopo un iniziale rinvio ed un successivo “posticipo a tempo indefinito”, le condizioni della pista non sono mai realmente migliorate, se non a circa 15 minuti dal termine originario della sessione, quando la Race Direction ha finalmente aperto la pista. Gomme full wet per tutti, ovviamente, ma davvero poca azione in pista tra la delusione dei tantissimi tifosi sparsi sulle tribune nonostante un clima davvero inclemente.

A svettare (si fa per dire) su tutti i due portacolori della Williams, con Massa davanti a Stroll, seguiti da Hulkenberg e Sainz, mentre non hanno fatto segnare alcun tempo significativo sia i piloti Ferrari che quelli Mercedes.

Alle 14 le qualifiche che dovrebbero svolgersi regolarmente, anche se potrebbero esserci degli slittamenti qualora la pioggia non dovesse diminuire di intensità.

Da Monza – Vincenzo Buonpane

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.