hamilton
Lewis Hamilton al top nelle FP2 di Jeddah | Credits: Twitter Mercedes AMG

Dopo aver chiuso la prima sessione al comando, Lewis Hamilton si è ripetuto anche nella seconda precedendo il suo compagno di squadra Valtteri Bottas e la sorprendente Alpha Tauri di Pierre Gasly. Solo 4° Max Verstappen, piuttosto in difficoltà sul passo gara nel confronto con le Mercedes, davanti alle due Alpine di Fernando Alonso e Esteban Ocon e alla Ferrari di Carlos Sainz, mentre è finito a muro Charles Leclerc che ha danneggiato pesantemente la sua vettura.

 

LECLERC A MURO

Sarà una nottata di duro lavoro per la Ferrari per permettere al pilota monegasco di prendere il via nella giornata di domani. Leclerc, allo scoccare del termine della sessione, ha perso la sua vettura in curva 22 andando ad impattare pesantemente contro le barriere, danneggiando in maniere evidente il posteriore. Le prossime ore saranno cruciali per valutare la sostituzione della power unit e del cambio con la conseguente penalizzazione in griglia per il #16.

MERCEDES AL TOP

Dopo aver ben impressionato nel turno pomeridiano, la Mercedes ha fatto la voce grossa anche nella serata araba, andando a monopolizzare le prime due posizioni con Lewis Hamilton a precedere Valtteri Bottas. Anche se si tratta solo del venerdì, l’impressione data dalla vettura Campione del Mondo è stata di un buon feeling e un rapido adattamento al tracciato entrato in calendario da questa stagione.

VERSTAPPEN IN OMBRA

Chi è rimasto piuttosto in ombra è stato Max Verstappen, solo 4° e preceduto anche dall’Alpha Tauri di Pierre Gasly, con l’olandese che, però, ha siglato il suo best lap con gomma rossa anzichè la gialla delle due Mercedes, risultando piuttosto in difficoltà sulla simulazione del passo gara, soprattutto nel confronto diretto con Hamilton.

OTTIMA ALPINE

Dopo aver ottenuto il podio nell’ultimo appuntamento in Qatar, la Alpine si candida ad un ruolo da protagonista anche a Jeddah. Le vetture del team francese, al 5° e 6° posto, hanno avuto la meglio su Carlos Sainz (7°), mentre Yuki Tsunoda (8°), Sergio Perez (9°) e Charles Leclerc che chiude la Top 10.

ALFA DAVANTI AD ASTON MARTIN

Appena fuori dai 10 le due McLaren di Lando Norris (11°) e Daniel Ricciardo (12°), con le due vetture di Woking che pagano oltre mezzo secondo dalle due Alpine, davanti alle due Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi (13°) e Kimi Raikkonen (14°). Solo 15° e 16° Lance Stroll e Sebastian Vettel, con George Russell (17°), Mick Schumacher (18°), Nicholas Latifi (19°) e Nikita Mazepin (20°) a chiudere lo schieramento del venerdì.

Vincenzo Buonpane

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.