Mercedes AMG F1 ha anticipato i tempi ed oggi ha lanciato le prime immagini della nuova monoposto, la W07. Il nome segue i precedenti modelli, come del resto la stessa vettura, che si presenta poco dissimile da quella che ha consentito a Lewis Hamilton di conquistare il suo terzo mondiale di Formula Uno, il secondo consecutivo per la scuderia tedesca. Il campione del mondo in carica sarà sempre affiancato da Nico Rosberg, deciso a soffiare lo scettro iridato al compagno di squadra dopo un finale di stagione 2015 in crescendo. 

Mercedes AMG F1 ha anticipato i tempi ed oggi ha lanciato le prime immagini della nuova monoposto, la W07. Il nome segue i precedenti modelli, come del resto la stessa vettura, che si presenta poco dissimile da quella che ha consentito a Lewis Hamilton di conquistare il suo terzo mondiale di Formula Uno, il secondo consecutivo per la scuderia tedesca. Il campione del mondo in carica sarà sempre affiancato da Nico Rosberg, deciso a soffiare lo scettro iridato al compagno di squadra dopo un finale di stagione 2015 in crescendo. 

E’ toccato a Paddy Lowe, Direttore Tecnico, presentare la nuova monoposto, la quale dal punto di vista cromatico presenta un po’ di nero in più rispetto alla W06 sul cofano e sulle fiancate. Il 54enne ingegnere britannico ha spiegato le priorità del progetto: “Abbiamo lavorato per identificare le aree in cui eravamo deboli al fine di migliorarle. Non crediate che fossimo soddisfatti della nostra prestazione nel 2015.” Significativa questa prospettiva, nonostante le 16 vittorie su 19 GP. In particolare, Lowe ha voluto ricordare quanto successo nel GP di Singapore ed ha spiegato che il doppio scarico per la cosiddetta valvola wastegate “dal punto di vista meccanico è l’unica variante regolamentare, ovvero quella di separare il flusso dello scarico da quello della wastegate. Ma non ha un grande effetto. Mentre strutturalmente il cambiamento più grande è stato fatto sul telaio, dove abbiamo alzato l’area di protezione del pilota di 20 mm ed incrementato la protezione laterale. Questo ha aumentato anche il peso dell’auto.”

La Mercedes W07 all’avantreno ha sempre sospensioni push rod, mentre al retrotreno esse sono rimaste di tipo pull rod. Il peso è salito a 702 kg per una lunghezza di 5 metri e una larghezza di 1,8 m, come da regolamento. Al momento la lunghezza del passo, però, non è stata resa nota. La presa d’aria del motore cambia visibilmente forma, presentandosi più ovale rispetto al 2015, al fine di garantire grazie alla propria ampiezza incrementata un adeguato raffreddamento delle temperature. Il nuovo air scope potrebbe infatti aiutare a risolvere l’unico piccolo problema evidenziato dalla W06, ovvero quello del surriscaldamento. Si nota che il muso è stato leggermente modificato, ma resta essenzialmente quello dello scorso anno. Per il momento nessuna traccia di S-Duct e di vanity panel, anche se un po’ di “nascondino” in questo momento non è da escludere. Ad essere rinnovati sono stati però i deflettori laterali sulle pance, i quali si presentano più lineari e continui, con l’obiettivo di migliorare il flusso d’aria verso il retrotreno: il tutto in modo da generare meno turbolenze ed una migliorata efficienza aerodinamica che garantisca maggiore carico.

Paddy Lowe ha spiegato che al momento la nuova monoposto è una “launch car” e che subirà molte modifiche nei prossimi mesi. “Il numero ridotto di giorni di test da qui all’inizio del mondiale – ha precisato il britannico – ridotti a soltanto otto in due sessioni ravvicinate e l’imminenza con la prima gara, probabilmente ci spingerà ad andare a Melbourne ancora con questo modello di lancio, e le prime modifiche non potranno arrivare che dopo la prima gara e non alla vigilia di Melbourne”.

La monoposto della scuderia anglo-tedesca è scesa in pista per la prima volta venerdì con Nico Rosberg, percorrendo i 100 km consentiti dal regolamento a Silverstone per il Filming Day. Domani è già tempo di primi test per la Mercedes W07 a Barcellona, la quale sarà portata in pista nella prima giornata pilotata dal campione del mondo in carica. Sul sito ufficiale della Mercedes è comparso anche un video in bianco e nero, dove Toto Wolff presenta la squadra ed elogia il lavoro del team, con la partecipazione anche dei volti meno noti ai più. Per la Mercedes, il 2016 potrebbe rivelarsi l’anno più difficile dell’era ibrida, considerando soprattutto l’impegno della Ferrari per tornare al vertice.

Fabrizio Crescenzi

 

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.