4h Portimao
Foto: United Autosports twitter

Tom Gamble/Jonathan Aberdein/Phil Hanson #22 vincono la 4h di Portimao, ultimo atto dell’European Le Mans Series 2021. Gli alfieri di United Autosports si impongono per la prima volta in stagione davanti all’Oreca #41 di Robert Kubica/Yifei Ye/Louis Deletraz (WRT #41) ed alla vettura #24 di Sophia Flörsch /Ferdinand Habsburg/Richard Bradley (Algarve Pro Racing).

Gara e titolo in LMP3 per Laurents Hörr/Mathieu de Barbuat  (DKR Engineering #4), mentre in GTE festa per Iron Lynk che festeggia il campionato ed il successo nell’Algarve grazie a Miguel Molina/Matteo Cressoni/Rino Mastronardi #80.

4h Portimao, LMP2: United Autosports chiude in bellezza

L’ultima competizione dell’anno si è accesa con un ottimo passo da parte dell’Oreca #37 di COOL Racing. Alexandre Coigny/Nico Lapierre/Charles Milesi, equipaggio scattato dalla pole-position per la seconda volta in questa stagione, hanno mantenuto la leadership sull’Oreca #24 dell’Algarve Pro Racing di Sophia Flörsch /Ferdinand Habsburg/Richard Bradley e sulla vettura #32 di Job van Uitert/Manuel Maldonado/Nico Jamin (United Autosports).

La prima Safety Car di giornata è entrata dopo 30 minuti con l’Oreca #30 di Memo Rojas (Duqueine Team) che ha perso una ruota all’uscita dell’ultima curva. La vettura ha attraversato pericolosamente la pista, mentre il Andreas Laskaratos (1 AM Villorba Corse) finiva violentemente contro le barriere all’ingresso della pit lane dopo aver provato ad evitare la LMP2 del sudamericano.

Dopo una red flag per ripristinare la pista il gruppo ha effettuato la prima sosta che ha cambiato la classifica generale a favore delle due auto di United Autosports. La formazione che ha dominato il 2020 ha ceduto a metà gara il primato all’Oreca #41 di WRT che per la prima volta ha preso il controllo delle operazioni davanti alla vettura #24 dell’Algarve Pro Racing.

Il terzo turno di pit ha ribaltato nuovamente la classifica con Tom Gamble #22 che si è ritrovato leader con sette secondi di margine su Louis Deletraz #41. Sette secondi hanno diviso i due a meno di 1h dalla conclusione, un margine che si è lievitato a 14 secondi alla bandiera a scacchi.

LMP3: giornata perfetta per DKR Engineering 

Quarta vittoria consecutiva e titolo per Laurents Hörr/Mathieu de Barbuat (DKR Engineering #4). La coppia del team lussemburghese domina la scena e vince su Martin Hippe/Ugo De Wilde/Adam Eteki (Inter Europol Competition #13) e Wayne Boyd/Robert Wheldon/Edouard Cauhaupé ( United Autosports #2).

Wayne Boyd/Robert Wheldon/Edouard Cauhaupé (United Autosports #2) hanno gestito la pole-position dagli attacchi dei rivali. Il terzetto britannico ha subito dopo 15 minuti l’attacco da parte di Laurents Hörr/Mathieu de Barbuat (DKR Engineering #4), in lotta per il titolo alla vigilia del championship decider contro la Ligier #19 del COOL Racing.

La formazione lussemburghese ha beffato il team di Zak Brown che prima della red flag ha mostrato un passo nettamente inferiore ai rivali. La situazione è cambiata alla ripartenza con United che ha ripreso la vetta su DKR.

Laurents Hörr/Mathieu de Barbuat hanno preso il controllo delle operazioni nei minuti seguenti, mentre allo scoccare delle 2h un problema complicava la corsa per il successo della Ligier #19 di Nicolas Maulini/Matthew Bell/Niklas Kruetten.

Il successo della vettura #4 non è più stato messo in discussione mentre si accendeva la lotta per il secondo posto. Ad avere la meglio è stata la Ligier #13 di Inter Europol davanti alla Ligier #2 di United Autosports.

4h Portimao, GTE: Festa Ferrari ancora una volta

Ferrari conquista anche l’ultimo evento dell’European Le Mans Series 2021 e vince il titolo con Iron Lynk. Miguel Molina/Matteo Cressoni/Rino Mastronardi #80 conquistano la prova ed il campionato concludendo il round portoghese davanti a Michael Fassbender/Richard Lietz/Felipe Laser (Proton Competition/Porsche #93) ed alla 488 GTE #83 di Michelle Gatting/Rahel Frey /Sarah Bovy (Iron Lynk).

Lotta sin da subito tra le Ferrari con Emmanuel Collard/François Perrodo/Alessio Rovera #88 bravi ad approfittare di un’incertezza nel traffico la 488 GTE #80 di Miguel Molina/Matteo Cressoni/Rino Mastronardi.

I leader del campionato di Iron Lynk, dopo aver perso per qualche giro il secondo posto, sono tornati all’inseguimento di AF Corse in seguito ad un errore da parte della Rossa #83 della francese Sarah Bovy, in testacoda nel primo settore della pista.

Iron Lynk #80 ha allungato sulla concorrenza, capitanata dalla Porsche #93 di Proton Competition affidata a Michael Fassbender/Richard Lietz/Felipe Laser. La 911 RSR-19 ha beffato nei minuti seguenti la Ferrari con Matteo Cressoni ha provato invano a resistere.

La leadership è cambiata nuovamente dopo l’ultima sosta con Miguel Molina che ha strappato la vetta a Felipe Laser. Lo spagnolo ha allungato sul tedesco che per qualche passaggio ha provato a resistere al pilota di Iron Lynk. Le prime due piazze sono rimaste immutate, mentre la Rossa #83 ha rischiato di perdere l’ultimo gradino del podio in seguito ad un penalty negli ultimi 10 minuti. Le ‘Iron Dames’ sono riuscite a resistere, completando al meglio la stagione. 

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.