La pioggia che ha impedito lo svolgimento delle qualifiche di EuroFormula Open di questa mattina sul tracciato di Barcellona, ha comunque permesso di disputare la gara del pomeriggio, che ha visto Liam Lawson di rimontare e andare a vincere nel giorno più bello per Marino Sato.




Si, perchè a Marino Sato, rientrato dopo un round di assenza causato dalla concomitanza del suo debutto in F2, oggi gli è bastato il decimo posto per laurearsi campione al proprio debutto nella serie con un team anch’esso all’esordio.

Si tratta del primo titolo internazionale per il 20enne di Tokyo dopo i primi due anni in monoposto trascorsi in F4 Italia, il salto nell’ex FIA F3 prima di arrivare in EuroFormula Open.

Tornando alla gara di oggi Nicolai Kjaergaard è scattato a razzo, facendo quasi tutta la gara davanti a tutti, fatta eccezione per gli ultimi giri, quando è stato raggiunto e superato da Liam Lawson, il quale ha appunto trionfato davanti allo stesso pilota Carlin numero 63 e a Linus Lundqvist, rimasto a lungo in seconda piazza.

Forse ci si aspettava di più da Billy Monger, scattato dalla prima casella: l’inglese è subito entrato in bagarre con Lundqvist, mettendosi alle sue spalle. Intorno a metà corsa, è arrivato Lawson e, dopo una bella lotta, Monger ha ceduto il posto all’avversario neozelandese passando sul traguardo in quarta piazza.

Cronaca. La corsa scatta sotto molta acqua caduta in pista, che sicuramente riduce la visibilità ai piloti ma, partito dalla seconda casella, Kjaergaard riesce a portarsi comunque davanti a tutti, seguito da Lundqvist e Monger appaiati.

Alla prima curva Lundqvist occupa la seconda piazza seguito dal pilota britannico. Più indietro Teppei Natori attacca Jack Doohan, mentre Lawson attacca Chris Hahn e Sato viaggia in quattordicesima piazza.

Alcune tornate dopo Lawson inanella un giro veloce ed ecco che affianca Monger, ma all’inizio rimane dietro e dopo qualche tentativo riesce al liberarsi del numero 31. Un altro giro veloce per Lawson, che riesce a portarsi negli scarichi di Lundqvist e infastidirlo.

A pochi giri dal termine Lawson finalmente supera Lundqvist e punta a Kjaergaard, che supera all’ultimo giro e va a vincere davanti allo stesso Kjaergaard, Lundqvist e Monger.

Appuntamento a domani mattina con le qualifiche, mentre nel pomeriggio (alle 16) avrà luogo gara-2 sul tracciato catalano.

Giulia Scalerandi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.