Vittoria per Sam Bird nell’E-Prix di Hong Kong, quinto appuntamento stagionale della Formula E. L’inglese non può tuttavia gioire del tutto di questo successo, in quanto è finito sotto investigazione per un contatto con Andrè Lotterer nei minuti finali di gara, che ha con ogni probabilità causato la foratura sulla monoposto del tedesco, estromesso così dalla lotta per la vittoria.




Una corsa ad eliminazione quella odierna, caratterizzata da un’interruzione di 20 minuti e ben tre safety car entrate in pista per rimuovere le numerose vetture coinvolte in incidenti o stoppate da problemi tecnici.

Alla fine, dopo i numerosi colpi di scena, il podio è stato completato dagli ottimi Edoardo Mortara e Lucas Di Grassi. Giù dal podio Robin Frijns, quarto, seguito da Daniel Abt e Felipe Massa. In top ten anche Mitch Evans, Gary Paffett, Oliver Turvey e Antonio Felix Da Costa.

Giornata da dimenticare per Jean Eric Vergne, soltanto tredicesimo ed in difficoltà in tutte le sessioni. Peccato anche per Stoffell Vandoorne, fermato da un problema tecnico mentre era in lotta per il podio.

Cronaca

Partenza regolare, con Rowland che va a prendersi la prima posizione davanti a Vandoorne e Lotterer, prima di essere superati da Bird già nel corso del primo giro. Nei primi minuti un incidente coinvolge Nasr, Wehrlein e d’Ambrosio, causando l’ingresso della safety car. Per permettere la difficoltosa rimozione delle vetture la corsa viene interrotta per una ventina di minuti. Si riparte sempre con Rowland davanti a Bird e con quasi tutti i piloti in  attack mode. A 34 minuti dalla fine Rowland accusa un problema e perde diverse posizioni, mentre davanti a tutti è già lotta tra Bird e Lotterer, con il tedesco che approfitta di un piccolo errore del britannico per superarlo. I primi due rimangono sempre incollati e fanno il vuoto alle loro spalle. Tanti i ritiri: Prima Sims, poi Buemi ed anche Vandoorne, con quest’ultimo rimasto piantato in pista. A 13 minuti dal termine di nuovo safety car in pista per rimuovere la HWA numero 5 e gruppo ricompattato. Alla ripartenza i primi due tornano a distanziare tutti, mentre si accende anche la lotta per il terzo posto. Quando mancano 8 minuti anche Rowland termina in anticipo la sua gara finendo a muro: terza safety car di giornata. Si riparte a 2 minuti dalla fine, ancora una volta con Lotterer e Bird in lotta per la vittoria, ai quali si aggiunge anche Mortara. Colpo di scena finale: Lotterer fora la posteriore destra e deve rinunciare così alla vittoria. Vince quindi Bird davanti a Mortara e Di Grassi.

Il prossimo appuntamento con la serie elettrica sarà a Sanya il 23 marzo.

Nota: i risultati potrebbero variare in caso di penalizzazione di Bird per il contatto con Lotterer.

Carlo Luciani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.