Grande vittoria per René Rast nella prima delle due corse in programma a Spielberg per il DTM. Il pilota Audi, scattato dalla nona piazza, è riuscito a vincere una corsa pazza, iniziata ancora in condizioni di pista bagnata, ma che è andata via via asciugandosi. Beffato il poleman Daniel Juncadella, che ha condotto una corsa straordinaria, tagliando per primo il traguardo, ma penalizzato per un'irregolarità nella ripartenza dopo il regime di safety car.

 

Un successo anche inaspettato quindi quello di Rast, che rientra prepotentemente nella lotta per il titolo grazie anche alla giornata poco brillante dell’ex leader della classifica Gary Paffett, scattato da metà schieramento ed autore di una gara difficile che lo ha visto terminare soltanto in undicesima posizione, e quindi fuori dalla zona punti. Il nuovo leader della classifica diventa quindi Paul Di Resta, che invece ha chiuso al quarto posto ed ora vanta 10 punti di vantaggio nella classifica piloti.

Giornata eccezionale per l’Audi, che oltre alla vittoria può festeggiare un’intera tripletta sul podio grazie al secondo posto di Mike Rockenfeller ed alla terza posizione di Nico Müller. In top 5 anche un’altra vettura della casa dei quattro anelli, quella di Jamie Green, quinto davanti alla Mercedes di Lucas Auer ed alle BMW di Marco Wittmann e Philipp Eng. Nono posto per Edoardo Mortara, autore di un’ottima gara, in cui è riuscito a cogliere la zona punti nonostante la partenza dalla diciottesima casella. Chiude la top 10 Augusto Farfus, su BMW; tredicesimo Sébastien Ogier, diciannovesimo pilota in griglia per questo appuntamento, al volante della Mercedes C63 AMG.

Non è di certo mancata l’azione in pista in questo primo round del week-end: già ad inizio gara un contatto che ha messo subito fuori Loic Duval. chiamando la vettura di sicurezza in pista. Alla ripartenza, avvenuta ancora con pista bagnata, Juncadella è protagonista di un lungo e cede la leadership a Rockenfeller, per poi riprendersela a metà gara. Dopo le soste ai box è battaglia vera per il terzo posto, con Wittmann che sembra avere la meglio fino a quel momento, ma con almeno altri cinque piloti incollati al pilota BMW ed in grado di attaccarlo. Nel finale succede di tutto: Glock è costretto a parcheggiare la sua BMW M4 al bordo della pista e la safety car entra nuovamente in pista; alla ripartenza tutti sono molto vicini e Juncadella rallenta più del dovuto (motivo della penalizzazione) per poi prendere un discreto margine sugli avversari. Più indietro è puro spettacolo, con diversi piloti incollati ed affiancati, con Mortara che fa fatica a tenere a bada i suoi inseguitori e Rast che si prende la posizione su Rockenfeller proprio all’ultimo giro.

Domani ci si attende un’altra grande gara, con Rast chiamato ancora all’attacco per cercare di guadagnare ancora altri punti sui primi due della classifica. Appuntamento quindi alle 13:30 con gara-2.

CLASSIFICA PILOTI

Carlo Luciani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.